ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 12:27

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,

a cura di Sara Schivazappa

Il Gay Village minaccia di autosospendersi e il Comune approva la chiusura alle 3

Il Campidoglio riconosce il grande valore della manifestazione

Id Article:10013 date 23 Luglio 2006

Roma, Rischiava di chiudere il Gay Village. Patrocinato dal Comune di Roma, Assessorato alla politiche Culturali e organizzato dall'Associazione di Gay Project ONLUS, nata nel 2001 allo scopo di combattere qualsiasi forma di discriminazione attraverso azioni di sensibilizzazione su tematiche care alla comunità di gay, lesbiche, bisessuali e transgender, il Gay Village è il primo e unico villaggio gay al mondo e il più grande evento europeo per durata (oltre due mesi) e presenze (circa 300.000 a edizione).

La manifestazione che quest'anno ha trovato la sua sede alle Cascate dell'EUR, ad un passo dal Palalottomatica, rischiava di chiudere per motivi di orario. L'Associazione organizzatrice aveva appunto chiesto il prolungamento dell'orario di chiusura, dall'1:30 alle 3:00, che la Questura aveva però negato. La preoccupazione dell'Eur SpA, proprietario dell'area, è infatti sempre la stessa: rumore e traffico fino a tarda notte.

Proprio per questo,per conciliare diritto al divertimento e diritto al sonno, la Società ha dato vita ad una rassegna “Estate all'Eur” dove gli aderenti all'iniziativa si impegnano a rispettare una serie di regole condivise che possano venire incontro ai residenti. Il Gay Village non ha aderito alla rassegna e ha, invece, minacciato di autosospendersi a tempo indeterminato.

Puntuale è arrivata la risposta del Campidoglio
con comunicato ufficiale in cui si legge “Il Campidoglio riconoscendo il grande valore sociale e culturale del Gay Village, che accoglie oltre 300.000 persone e da anni è una delle più significative manifestazioni dell'estate romana, è d'accordo con il prolungamento dell'orario fino alle 3:00”.
Ora si aspetta il nullaosta del XII Municipio.

Sara Schivazappa