ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 12:28

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Marco Antonelli
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 36 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




la bandiera di Città del vaticano  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

AN: “dimostriamo la nostra vicinanza al Papa”

Esponiamo drappi bianchi e gialli

Id Article:10085 date 19 Settembre 2006

Roma, Alcuni esponenti di Alleanza Nazionale, tra cui il consigliere comunale di Roma Fabio Schiuma, il consigliere provinciale di Roma Alessio Nardini, i consiglieri Antonio Aumenta del XVI municipio, Valerio Moretti dell'XI e Giulio Celi del XVII municipio, invitano tutti i cittadini ad esporre dai balconi e dalle finestre dei drappi bianchi e gialli, per testimoniare la vicinanza della città di Roma al Santo Padre in questo momento di difficoltà.

“In riferimento ai continui e ripetuti attacchi strumentali rivolti proprio in queste ore al Santo Padre Benedetto XVI e alla Santa Romana Chiesa invitiamo, per rivendicare le radici cristiane, tutto il popolo romano ad esprimere solidarietà e affetto a sostegno del Papa, il papa si affaccia alla finestra  
(Premi per la FOTO Ingrandita) esponendo sui balconi delle abitazioni e degli uffici la bandiera bianca e gialla, simbolo dello Stato pontificio”.
Gli attacchi a Papa Benedetto XVI si sono susseguiti dal giorno del suo discorso all'università di Ratisbona, in Germania. Nonostante il chiarimento sul senso delle sue parole, le frange più estreme del fondamentalismo islamico hanno sfruttato l'occasione per minacciare sia Papa Raitzinger, sia la stessa città di Roma.

Il gesto, spiegano ancora i promotori, servirebbe a colmare il vuoto lasciato dal colpevole silenzio del governo italiano, dimostrando che l'affetto e la solidarietà nei confronti del Papa non è venuta meno nella nostra città.

Marco Antonelli