ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 12:27

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Ilaria Catalano
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 90 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

Gli Special Olympics European Youth Games a Roma

Lo sport come linguaggio universale per tutti

Id Article:10124 date 30 Settembre 2006

Roma,  In Campidoglio una piazza gremita di persone ha accolto con entusiasmo l'arrivo del Torch Run, la Torcia Olimpica custodita da 50 poliziotti e quattro Atleti Speciali, che sabato 30 settembre, farà il suo ingresso trionfale allo stadio dei Marmi in occasione della cerimonia d'apertura per gli Europeran Youth Games. Sono giochi dedicati ad atleti con disabilità intellettiva provenienti da 55 paesi europei ed eurasiatici e si svolgerà a Roma dal 30 settembre al 5 ottobre rappresentando il più grande appuntamento Special Olympics che l'Italia abbia mai ospitato.

Ad accogliere la fiaccola in Campidoglio oltre all'affetto delle persone presenti anche una serie di nomi a rappresentanza di Roma e dello sport come Maria Pia Garavaglia, Vice Sindaco di Roma, Gianni Rivera, Delegato capitolino alle politiche dello sport, Anna Paola Concia, Presidente di Agensport e Federico Vicentini, Presidente di Special Olympics Italia.

Il Vice Sindaco ha affermato come “la città è orgogliosa di ospitare nel Palazzo Giulio Cesare la Torcia,simbolo di una civiltà fondata sul principio inviolabile dell'uguaglianza tra i popoli e come gli Special Olympics sono un dono a Roma e allo sport, la cui armonia appartiene a tutti senza distinzioni”. A seguire Gianni Rivera secondo cui “lo sport supera ogni barriera e parla un linguaggio universale” e proprio attraverso il linguaggio comune dello sport si vuole incentivare i giovani con o senza disabilità intellettiva ad andare oltre le difficoltà e a permettere la creazione di una società più aperta e accogliente.
Non resta che aspettare l'inizio di questa grande manifestazione, alla cui cerimonia inaugurale saranno inoltre presenti numerose autorità e nomi illustri dello spettacolo e del mondo sportivo per sostenere e promuovere l'integrazione e la cultura dello sport.



Ilaria Catalano