Comandi

Immagine logo sito
Issue114 del 20/10/2018 Year: 2018 ID: 6 Lunedi 17 Dicembre 2018, ore 14:34

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XII , SkSoggetto:Falcognana - Santa Palomba , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Gianpiero Del Monte
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 45 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Nella foto l'area dove dovrebbe sorgere la discarica
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Discarica, quali rifiuti?

La discarica alla Ecofer Italferro. Ma sarà solo il fluff ad essere smaltito nella futura discarica di Falcognana?

Id Article:10154 date 9 Ottobre 2006

Roma, La Ecofer Italferro del Gruppo Fiori, una delle principali imprese nazionali nel campo dei rottami, è incaricata di gestire i lavori sulla discarica della Falcognana che ha suscitato leproteste dei cittadini della zona. Situata in un ampio stabilimento poco distante dall'area in questione ha dei rappresentanti nel settore dei Servizi Ambientali nell'Unione Industriale di Roma.

Le notevoli fortune accumulate nel campo dei rottami fanno sorgere il dubbio che nella discarica presso il Divino Amore debbano convergere altri interessi oltre quelli derivanti dalla sola lavorazione dei rottami di autovetture. A questo tipo di rottami, il fluff, dovrebbe essere destinata la discarica della Falcognana. Si può ritenere che sull'ampia area possano essere allocati macchinari capaci di lavorare un'ingente quantità di rottami all'anno. La demolizione delle autovetture comprende parti per le fonderie,parti elettriche, motori e altro materiale.

Gli sfasciacarrozze fanno una prima cernita delle parti metalliche e la lavorazione industriale prevede scarti che non sono tali da impegnare una grande discarica. Ciò fa ritenere che alla Falcognana si stia tentando di sviluppare degli orientamenti più rilevanti, ben al di là degli scarti della Ecofer o del Gruppo Fiori, tali da implicare degli impegni finanziari di più ampia portata. Gli indizi derivanti dai nomi coinvolti inducono a queste conclusioni. Diverse sono le famiglie dell'Italia settentrionale che si sono arricchite in questo campo.
Le autorità pubbliche devono parlare chiaro sul tipo di rifiuti in questione.

Gianpiero Del Monte