ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Domenica 18 Novembre 2018, ore 01:58

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XII , SkSoggetto:Europa , Tipo Articolo:Articoli Vari ,

a cura di I. G.

Una macchina sotto i tigli a viale Europa  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Tornano gli storni, emergenza a viale Europa

Tra guano e cattivo odore la situazione è insostenibile, il comitato “Salute e ambiente Eur” si riunisce per fare il punto della situazione.

Id Article:10219 date 20 Ottobre 2006

Roma, Una riunione a cielo aperto, accanto al “problema”: proprio vicino ai tigli di viale Europa si è tenuto un incontro tra il comitato “Salute e ambiente Eur” e alcuni esponenti del Municipio XII per discutere dell'annosa questione degli storni. I pennuti sono tornati anche quest'anno, sempre più numerosi e la situazione in poco tempo è diventata insostenibile: proprio accanto al cantiere dove sorgerà “La Nuvola” di Fuksas la strada è impraticabile, le macchine parcheggiate lì sotto ridotte a una montagna di guano.

E' toccato a Matilde Spadaro, Assessore all'ambiente del Municipio, illustrare le possibili soluzioni: “In accordo con il Comune di Roma contiamo di risolvere il problema in tempi brevi, puntando essenzialmente su due interventi: in primo luogo la potatura degli alberi, che però non avverrà prima della fine di novembre a causa del ritardo della stagione fredda: poi utilizzeremo l'unico metodo che si è rivelato davvero efficace, il grido di stress, ogni 15 giorni. Un intervento massiccio quindi, che speriamo serva a far spostare gli storni da un'altra parte”.

E' però Andrea Brutti dell'Enpa – ente nazionale protezione animali -  a spiegare come funziona esattamente il grido di stress: “Gli storni sono pennuti molto intelligenti, Un motorino seppellito dal guano  
(Premi per la FOTO Ingrandita) non è facile spaventarli: il rumore da solo non basta, l'unica cosa che veramente li terrorizza è il grido di stress: praticamente è come se, nella loro lingua, venisse urlato “Correte, scappate qui c'è pericolo!” un grido allarmante appunto, che mette in fuga i volatili”.

“Per questa stagione – prosegue Matilde Spadaro – l'intervanto verrà fatto con postazioni mobili, quindi persone fisiche che indirizzeranno disturbi sonori e visivi verso gli alberi: per il prossimo anno invece andrà a regime la postazione di disturbo fissa, che nel quartiere prati ha dato ottimi risultati”.

Gli abitanti del quartiere sono davvero esasperati, e in affetti la situazione è al limite: il cattivo odore comincia ad arrivare sino ai balconi delle abitazioni e la pulizia dell'Ama non si è rivelata efficace.
Speriamo che i pennuti possano trovare presto un'altra sistemazione.

I. G.