ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Domenica 18 Novembre 2018, ore 01:58

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Eventi ,
,
a cura di Matteo Romani
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 42 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




L'Auditorium della Capitale  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Cala il sipario sulla Festa del Cinema

Ieri si è conclusa la rassegna capitolina. Successo ai botteghini e sui media, l’appuntamento è per il prossimo anno con la seconda edizione

Id Article:10223 date 22 Ottobre 2006

Roma, Dopo nove intensi giorni ricchi di proiezioni, spettatori, polemiche, divi e dive, si è chiusa ieri la prima edizione della Festa del Cinema di Roma, la kermesse cinematografica internazionale fortemente voluta dall'amministrazione cittadina, con in testa il Sindaco Veltroni. La scommessa, se così si può chiamare l'idea di portare a Roma un evento del genere, è stata ampiamente vinta dagli organizzatori che, il giorno dopo la chiusura delle sale dell'Auditorium, non hanno voluto nascondere la soddisfazione per il risultato ottenuto. 

Del resto, i numeri sono tutti dalla parte della Festa del Cinema. Secondo il sito ufficiale della rassegna, http://www.romacinemafest.org,sono stati venduti circa 56.000 biglietti di cui 9.564 tramite le ricevitorie abilitate LIS Lottomatica di tutta Italia e 3.750 online su http://www.listicket.it. Il numero totale degli spettatori (pubblico, accreditati, sale Anec) è stato superiore alle 150.000 unità. Sono stati invece 480.000, La locandina della Festa del Cinema  
(Premi per la FOTO Ingrandita) i visitatori del Villaggio e delle Mostre (Bertolucci, Visconti, Digital Party, Rossellini) e 6.837 gli accrediti, di cui 2.426 giornalisti (578 esteri). 

Senza contare le tante celebrità italiane ed internazionali che hanno fatto capolino tra le vie della Capitale in questi giorni di festa. Da Nicole Kidman a Sean Connery, da Di Caprio a Scorsese, passando per Russel Crowe e Robert De Niro che ieri ha ricevuto anche il passaporto italiano, chi ha avuto la fortuna di trovarsi a Roma in questi giorni, magari per una semplice vacanza, avrà pensato di essere finito ad Hollywood e non tra i sette colli. 

A tutto questo vanno aggiunti i benefici, difficilmente quantificabili, che la Festa ha portato alla città con hotel ed alberghi pieni di turisti provenienti da ogni parte del mondo, pronti ad assistere agli spettacoli cinematografici e a gustarsi le meraviglie della città eterna.
 
Roma ha vinto, come direbbe, a proposito di cinema, un celebre personaggio di un film hollywoodiano di qualche anno fa. Tutto bello, anzi bellissimo. Eppure la città non può ridere, non ha la voglia ne la forza di farlo. Quello che è successo lo scorso tragico martedì, nella stazione della metropolitana di Piazza Vittorio, non può essere dimenticato. La Festa del Cinema si è comportata alla grande, mettendo da parte nastrini e mondanità ed andando avanti in silenzio, quasi a volersi mettere in disparte, per onorare chi non c'è più e chi quel giorno ha rischiato di perdere la vita. 

Anche per questo, soprattutto per questo, la kermesse è stata un successo.



Matteo Romani