ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Martedi 13 Novembre 2018, ore 09:01

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XI , SkSoggetto:Municipio XI , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Paola Ferraro
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 94 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




porta san paolo  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Monumenti di Roma: Porta San Paolo

La storia del monumento, teatro di uno degli episodi più drammatici della Resistenza

Id Article:10225 date 23 Ottobre 2006

Roma,
Era Il 10 settembre 1943, due giorni dopo l'annuncio dell'armistizio tra l'Italia e gli Alleati, quando l'esercito e la popolazione, tra cui numerose donne, impedirono ai Tedeschi l'occupazione di Roma. Simbolo di quella giornata storica è porta San Paolo. La difesa della città provocò la morte di circa 570 persone, tra cui 43 donne, le quali dettero vita al primo episodio della Resistenza contro i fascisti e i nazisti.

Sin dalla notte dell'8 settembre avvengono combattimenti alla periferia, soprattutto nella parte settentrionale della capitale: i militari italiani hanno la peggio e sono costretti a ritirarsi. La mattina del 10 una parte di questi si riunisce intorno a Porta San Paolo dove li attendono i civili giunti spontaneamente e organizzati dai partiti antifascisti. Nonostante la superiorità numerica e d'armamento delle truppe tedesche, il fronte resistenziale riesce ad attestarsi lungo le mura di Porta San Paolo, innalzando le barricate e facendosi scudo delle vetture dei tram rovesciate.

Porta san Paolo era un tempo chiamata Porta Ostiensis (aperta nelle Mura Aureliane) poiché da essa si usciva verso la via Ostiense, mura aureliane  
(Premi per la FOTO Ingrandita) la via che conduce Roma ad Ostia e con i porti sul mare; con il tempo prese il nome di Porta San Paolo perché tramite tale via è collegata alla Basilica di San Paolo Fuori Le Mura.

Interessante per il suo sistema difensivo rimasto pressochè intatto, la porta è fiancheggiata da due torrette cilindriche ed ha due entrate, che sono state coperte da una seconda porta ad un solo fornice, costruita davanti alle prime da Belisario.
La struttura è dovuta a Massenzio, nel IV secolo, ma le due torrette sono state rinforzate da Onorio, nel V Secolo.
Da questa porta entrarono in Roma i Goti di Totila nel 594 d.C. che riuscirono a penetrare nella città tramite questa porta a causa del tradimento della guarnigione di Isauri.

La porta fu poi, isolata dalle Mura Aureliane negli anni 20' ed in seguito, a causa del bombardamento durante la seconda guerra mondiale andò distrutto anche parte delle mura che la collegavano alla Piramide Cestia.

Paola Ferraro