Comandi

Immagine logo sito
Issue115 del 21/10/2018 Year: 2019 ID: 2 Sabato 19 Gennaio 2019, ore 22:46

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Cultura , SkSoggetto:Eventi culturali , Tipo Articolo:Cronaca ,
,
a cura di Laura Petringa
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 147 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Alfonso Cuaròn durante l'anteprima  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Anteprima: Children of men di Alfonso Cuaròn

Presentazione al Cinema Fiamma con il regista : “La democrazia è una grande maschera della dittatura”, dichiara Cuaròn

Id Article:10270 date 8 Novembre 2006

Roma, Oggi il regista Alfonso Cuaròn ha presentato dapprima in rassegna stampa e successivamente con la proiezione alle ore 21.00 al cinema Fiamma, il suo ultimo film: I Figli degli uomini.


Questo pezzo cult del cinema , che sarà nelle sale dal 17 novembre, è stato erroneamente considerata film di fantascienza.


Tiene invece a sottolineare il regista che si tratta di un film da leggere in prospettiva rispetto al suo precedente Y tu mama también , e che proprio in questo periodo cinematografico è stilisticamente vicino a Babel , altro colossal delle sale cinematografiche, poichè ambedue toccano il muro del problema ideologico e sociale.

“Voglio avvertire sui pericoli delle ideologie- spiega Cuaròn-politica ed ideologia sono la malattia più che l'evoluzione”.


Ed è proprio questo il tema del film, che si ramifica in altri temi di grande importanza, quali l'immigrazione, l'ambiente e la fertilità.
In realtà è la storia del destino dell'intero mondo ad essere messa al centro dell'attenzione, una storia che a partire dal tema del terrorismo, supererà qualsiasi forma politica per un unico scopo :la sopravvivenza della specie umana.
Ambientato in una Londra del 2027, fatiscente, senza speranza, priva di nuove generazioni,  colma di persone che vivono senza l'idea di un futuro , “in un mondo senza voci di bambini, dove non si sente più il rumore di un parco giochi”..
L'unica donna che avrà la fortuna di avere un figlio lo tiene stretto a sé e tenta assieme al protagonista Theo (l'attore Cliwe Owen) di salvarlo, Presentazione al Cinema Fiamma de "i figli degli uomini "  
(Premi per la FOTO Ingrandita) attraverso un'immensità di peripezie da affrontare nel percorso verso la salvezza.
Il vero vincitore sarà la speranza, l'intera umanità, aiutata però da questa figura di antieroe, che Cuaròn descrive come qualcuno che “lotta per rimanere inerte, un personaggio che ha rinunciato al viaggio della sua vita”.
Egli infatti , assuefatto alla realtà cittadina, lascia a tacere il suo spirito rivoluzionario, finchè non sarà l'attivista Julian , impersonata da Julianne Moore, a far tornare in lui il suo Io più combattivo. 


Una figura di grande risalto all'interno della storia è sicuramente quella di Jasper,grande amico di Theo: un grande Michael Caine che dietro la figura dell'anziano hippie si guadagna da vivere coltivando Cannabis.


Le riprese del film , svoltesi prevalentemente a Londra, sono lunghe sequenze, poco manipolate dal montaggio , al fine di avvicinarsi il più possibile al cinema verité.
I pericoli che paventa il film non sono così lontani dalla vita odierna, le malattie, lo sconvolgimento climatico , e le nascite sempre minori .
Il regista dunque non interpreta il film , ma lascia che sia il pubblico a risvegliare le proprie conclusioni, nonostante affermi:

La democrazia è una grande maschera della dittatura”.

L'autore, molto disponibile per foto e domande, prima della presentazione ha spiegato quanto siano cari a lui questi temi, e quanto dietro le ideologie possano nascondersi dei reali pericoli.



Laura Petringa