Comandi

Immagine logo sito
Issue115 del 21/10/2018 Year: 2019 ID: 2 Lunedi 17 Giugno 2019, ore 08:00

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Cultura , SkSoggetto:Eventi culturali , Tipo Articolo:Arte a Roma ,
,
a cura di Laura Petringa
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 147 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




collezione Berggruen di Paul Klee    
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La collezione Berggruen di Paul Klee

Dal 13 ottobre 2006 al 7 gennaio 2007 sarà possibile visitarla a palazzo Ruspoli

Id Article:10271 date 8 Novembre 2006

Roma, “Paul Klee : la collezione Berggruen" :
questo il titolo della mostra in corso a Palazzo Rispoli, curata dallaFondazione Memmo

Il famoso pittore tedesco Paul Klee , morto nel 1940, è uno dei più grandi artisti del XX secolo. Nacque in Svizzera, studiò a Monaco di Baviera e prima di tornare a Berna trascorse un lungo periodo di isolamento in Italia, durante il quale studiò il lavoro di Kandinsky ed i suoi amici di Der Blaue Reiter cosi come i cubisti e Delaunay.
Dopo il suo famoso viaggio in Tunisia, nel 1914, sviluppò un proprio stile dalle forme astratte e simboliche, che lo caratterizzeranno poi come autore per tutto il secolo.
Nel 1920 si unì ai docenti del Bauhaus, la scuola d'arte rivoluzionaria in Weimar. E li iniziò il decennio più prolifico .della sua carriera.


La mostra è curata da Olivier Berggruen, figlio minore di Heinz Berggruen, e si incentra proprio sugli anni del Bahuaus.
Il padre, Heinz Berggruen, aprì una galleria d'arte sulla rive gauche. La sua lunga carriera ha visto artisti di fama mondiale quali Picasso, Mirò, Matisse o Juan Gris.
Paul Klee però era il suo prediletto ed iniziò a collezionare i suoi quadri sin dagli anni '40.
Alcuni successivamente vennero donati al Musée National d'Art Moderne de Paris, Paul Klee, Natura,1940  
(Premi per la FOTO Ingrandita) ed altre 90 opere al Metropolitan Msueum of Art di New York, come pure non mancano dipinti di Klee al Museo Berggruen di Berlino, fondato nel 1996.


Klee rappresenta, insieme a Wassily Kandinskij, il pittore che ha dato il maggior contributo ad una nuova pittura fondata su caratteri astratti, ma a differenza di Kandiskij egli non si è concentrato prettamente sull'astrattismo , ma lo ha inserito in un quadro più completo assieme alle arti figurative. Tutti i periodi delle sue opere saranno presentate nelle 51 opere della mostra, ma con particolare risalto al periodo di Bauhaus.


“Il colore mi possiede. Non ho bisogno di cercare di impossessarmene. Io e il colore siamo una cosa sola. Sono un pittore”:
queste parole sono state trovate nel diario del grande artista, datato 1914, e incarnano perfettamente non solo la visione dell'arte ma anche quella del mondo che aveva Klee.

Per visitare la mostra:

Fondazione Memmo - Palazzo Ruspoli
Roma, Via del Corso 418

Curatore associato - Schirn Kunsthalle, Francoforte

Orari: Lunedì - chiuso (eccetto: 25 dic. & 1 gen.)

Tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.30

Venerdì e sabato dalle 10.00 alle 20.30


Info e prenotazioni: 06-6874704


Laura Petringa