ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 12:26

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Mauro Leoni
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 52 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Veduta dell'area sita nel cimitero Flaminio  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Permessa la dispersione delle ceneri

Da lunedì 20 novembre, è possibile disperdere in natura le ceneri dei defunti

Id Article:10314 date 21 Novembre 2006

Roma, la cremazione, pratica antichissima che tra l'altro elimina l'impatto urbanistico dei cimiteri, è in forte aumento negli ultimi anni,forse anche per via dei costi ridotti rispetto alla sepoltura tradizionale. Solo nella Capitale sono state 5500 le cremazioni effettuate nel 2005 e già 4600 quelle avvenute nei primi nove mesi del 2006 

Ora  le urne cinerarie possono essere svuotate in qualsiasi luogo, sia in aree private che pubbliche. Ma non nei centri urbani, come previsto dalla legge 130 del 2001 (che ha eliminato il divieto alla dispersione delle ceneri). Come sottolineato dal presidente dell' AMA, Giovanni Hermanin : “ Roma è una delle prime grandi città ad applicare la dispersione”

Da lunedì gli uffici dei cimiteri capitolini accolgono le richieste di dispersione,che potrà avvenire anche nel “ Giardino dei Ricordi”. Si tratta di uno spazio attrezzato (30 mila metri quadrati) inaugurato nel giugno dello scorso anno e costato 450 mila euro. L'area ,situata all'interno del cimitero di Prima Porta,è composta dai 200 cipressi del “Viale dei Ricordi”, dalla “Conca cineraria” (nella quale vengono materialmente disperse le ceneri,che vengono raccolte da un corso d'acqua che le restituisce alla natura), dalla Sala del Commiato” (dove i parenti e gli amici si congedano dai propri cari) e da un muro, di travertino bianco, dove possono essere incisi i nomi dei defunti

Il rito, accettato dalla Chiesa cattolica nel 1963 (con una Bolla di Polo VI), prevede un preciso iter burocratico. Per richiedere l'affido delle ceneri, o la dispersione è necessaria la manifesta volontà del defunto, diretta o attestata dai parenti più prossimi. In entrambi i casi, il costo è di 72 euro e comprende l'urna cineraria

Le richiesta va indirizzata agli uffici dell' AMA, sezioni cimiteri capitolini, siti in via del verano 74. I moduli necessari possono essere scaricati dal sito www.amaroma.it , per ulteriori informazioni è possibile contattare il call centre al numero 06/49236330





Mauro Leoni