ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 20:55

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XI , SkSoggetto:Municipio XI , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Sara Gullace
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 54 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




bambini materne  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Maltrattamenti sui bimbi: le reazioni

Il Presidente Catarci ha chiesto la sospensione della maestra in via cautelare

Id Article:10315 date 21 Novembre 2006

Roma, La vicenda dei bimbi legati e imbavagliati con lo scotch ha suscitato l'attenzione dell'opinione pubblica e dei vertici politici territoriali. 
Come era logico aspettarsi, del resto. Con le indagini in corso, è intervenuto il Presidente del Municipio XI, Andrea Catarci, che ha chiesto alla Preside della Poggiali l'allontanamento temporaneo dell'insegnante sotto accusa. Catarci, quindi, assume la stessa posizione presa da Veltroni nei giorni scorsi: l'intenzione è quella di garantire serenità ai bambini ed alle loro famiglie durante il corso degli accertamenti. Un modo per evitare che le parti in causa tornino a contatto tra loro e si possano generare ulteriori tensioni.

Dalla scuola materna sembrano essere arrivate rassicurazioni in tal senso. Catarci è fermo sull'accaduto: “Pensare che possano succedere cose del genere in una scuola materna, che dovrebbe essere un luogo di serenità per i bambini nonché un certo punto di riferimento - afferma il Presidente del Municipio XI - è terribile. Quelle sui bambini sono le peggiori manifestazioni di violenza, L'ingresso della scuola Poggiali  
(Premi per la FOTO Ingrandita) perché rivolte a individui incapaci di difendersi e in quanto possono provocare traumi e ferite difficilmente rimarginabili. Se gli episodi saranno confermati dalle indagini in corso - continua il Presidente - dovranno essere presi tutti i provvedimenti del caso per gli inqualificabili gesti”.

La brutta esperienza che sembra aver coinvolto questi bambini deve servire da monito per il futuro, di modo che sia possibile prevenire episodi tanto tristi ma non deve creare forme di discriminazione nei confronti delle scuole statali, dove ci sono tanti insegnanti che si dedicano con passione alla crescita degli alunni che gli sono affidati. Anche su questo punto Andrea Catarci ha le idee molto chiare:  “L'episodio in questione nulla toglie al buon lavoro svolto nelle nostre scuole – spiega - in cui maestri e dirigenti si dedicano con professionalità alla cura dei più piccini; ciò vale anche per la scuola materna di Poggio Ameno, come confermano le lunghe liste di attesa per l'iscrizione”.




Sara Gullace