Comandi

Immagine logo sito
Issue114 del 20/10/2018 Year: 2018 ID: 6 Lunedi 17 Dicembre 2018, ore 14:34

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XII , SkSoggetto:Municipio XII , Tipo Articolo:Articoli Vari ,

a cura di I. G.

Il palazzo dei Congressi, sede del Simposio  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

E’ all’Eur il futuro delle città

Il Palazzo dei Congressi ospita un incontro internazionale di architettura: tra i protagonisti, l’area di Ostia e la sua possibile riqualificazione

Id Article:10327 date 24 Novembre 2006

Roma, “Laboratorio di rigenerazione urbana, il bello dove non c'è”: è questo il sottotitolo, fortemente significativo, del secondo Simposio internazionale di architettura “Le città nella città 2006”.
Il Simposio, giunto alla sua seconda edizione, intende raccogliere l'eredità della manifestazione del 2005 e proseguire così il dibattito sulla pianificazione urbanistica, con particolare attenzione alla questione della riqualificazione del tessuto urbano e delle aree periferiche.
Un momento di incontro e discussione, anche alla luce dello sviluppo geografico della città, delle possibilità offerte dalle moderne tecnologie, ma soprattutto di un nuovo e importante senso del Bello.
L'obiettivo, ambizioso, è tracciare nuove linee di indirizzo della riqualificazione del tessuto urbano, anche periferico, con la gestione del verde e il recupero architettonico e delle strutture utilizzando nuove colori e materiali.

Al centro del dibattito la cittadina di Ostia, raccontata attraverso un filmato con interviste e panoramiche, raccontata anche nelle sue parti degradate . In forma di inchiesta il video ha raccolto una serie di interviste a diverse categoria di cittadini,studenti, giovani, commercianti, professionisti, anziani: in primo piano le loro impressioni, considerazioni, lamentele, speranze, proposte sull'area (il XIII Municipio) da loro vissuta sia per ciò che riguarda la condizione e l'uso del verde, sia per l'uso del colore e di materiali di restauro, alla ricerca anche di un'estetica più soddisfacente.

“Esiste una vocazione naturale dell'Eur a occuparsi del territorio. - Ha spiegato L'amministratore delegato di Eur Spa Mauro Miccio - . Le sue esperienze  e la recente storia consentono di esportare verso il litorale romano modelli organizzativi e culturali di grande suggestione. Il collegamento con Ostia –ha aggiunto – rappresenta uno dei nostri punti di forza e un valore trainante per il nostro territorio”.

Un grande sforzo di riqualificazione dunque, che partirà probabilmente dal piazzale della stazione di Ostia per poi estendersi ad altre cruciali della cittadina: un progetto ambizioso, ne vedremo presto i risultati.


I. G.