Comandi

Immagine logo sito
Issue114 del 20/10/2018 Year: 2018 ID: 6 Lunedi 17 Dicembre 2018, ore 14:34

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Ambiente ,
,
a cura di Andrea De Giorgio
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 29 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




limitazioni per l'inquinamento    
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Dal 2007 nuove limitazioni per l'inquinamento

I vecchi motorini inquinanti non potranno più circolare nell’Anello Ferroviario. Il provvedimento riguarderà ciclomotori e motoveicoli a due tempi “euro 0”

Id Article:10332 date 27 Novembre 2006

Roma, Con decorrenza primo gennaio 2007, i vecchi motorini inquinanti non potranno più circolare nell'Anello Ferroviario, ovvero all'interno della fascia di salvaguardia ambientale già preclusa agli autoveicoli non catalitici.
Il provvedimento riguarderà ciclomotori e motoveicoli a due tempi “euro 0” (modelli omologati fino al 1999) e verrà applicato in maniera graduale. 
Lo stop varrà da subito per tutti i non residenti entro l'Anello Ferroviario. 

Per i residenti il divieto scatterà molto più in là, a partire dal 1 novembre 2007, in coincidenza con la scadenza della campagna di incentivi all'acquisto di nuovi motorini promossa dalla Regione Lazio.
L'iniziativa si inserisce nel quadro delle misure strutturali che il Comune di Roma ha adottato per ridurre i livelli inquinamento atmosferico, a tutela della salute dei cittadini. 

I cosiddetti “cinquantini”, cioè i motorini alimentati con una miscela di olio e combustibile, costituiscono infatti pericolose fonti di smog, poichè scaricano emissioni pari a quelle di 63 auto non catalitiche a benzina.
Nella Capitale ne circolano circa 120 mila (stima Atac 2004), ciò significa che il provvedimento consentirà di migliorare la qualità dell'aria in città, con un risparmio di circa 70 tonnellate/l'anno di particolato,circa 6.500 tonnellate/l'anno di monossido di carbonio, circa 13 tonnellate/l'anno di ossidi di azoto.
Roma si aggiunge così alla lista delle altre città italiane impegnate nella lotta allo smog che hanno assunto con modalità diverse il divieto di circolazione per i motorini inquinanti come Bologna, Milano, Torino, Firenze e Mestre. 

Sono previsti anche incentivi regionali, eccoli:
- 300 euro per rottamare il vecchio motorino e comprarne uno nuovo a due o quattro tempi “euro 2” con consumi inferiori a 2,3 lit/100 Km;
- 300 euro per un motociclo a quattro tempi “euro 2” fino a 255 cc;
- 350 euro per un motociclo “euro 3”;
- 300 euro per l'acquisto di una bicicletta elettrica;
- 800 euro per ciclomotori elettrici;
- 1.300 euro per motoveicoli elettrici a 2, 3, 4 ruote; 

E' previsto inoltre un contributo per la rottamazione di vecchi motorini non vincolata all'acquisto di nuovi modelli, pari a 50 euro per i ciclomotori e ad 80 euro per i motocicli.
(Numero Verde 800.264.525

Il provvedimento ammette una deroga per le moto d'epoca iscritte ai registri ufficiali previsti dal codice della strada.
Sanzioni invece per chi trasgredisce rischia un'ammenda di 71 euro, a cui se ne aggiungono altri 70 se il veicolo è sprovvisto del Bollino Blu, per un totale di 141euro.


Andrea De Giorgio