Comandi

Immagine logo sito
Issue114 del 20/10/2018 Year: 2018 ID: 6 Lunedi 17 Dicembre 2018, ore 14:33

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Cronaca ,
,
a cura di Paola Ferraro
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 94 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




i resti del prefabbricato  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Incendio in campo nomadi. Morti due giovani

Le vittime sono un ragazzo di 16 anni e una ragazza di 17. Il parroco: 'erano sposati da un mese'

Id Article:10350 date 2 Dicembre 2006

Roma, Tragedia la scorsa notte, dove due giovani nomadi sono stati trovati carbonizzati all'interno del loro prefabbricato, a seguito di un incendio divampato all'alba nel campo nomadi del Casilino.

I due giovani Liuba Mikic di 17 anni e Sasha Traikovic di 16, si erano sposati solo un mese fa, e vivevano insieme ad altri componenti della famiglia che sono riusciti, però a mettersi in salvo. Sarebbero state proprio le urla della ragazza a permettere ai cuginetti, Desirè di 9 mesi, Lijuba di 8 anni e Sandra di 18, oltre ai genitori Gordana e Pete, di metteresi in salvo. Il ragazzo, infatti, ha dapprima aiutato i parenti poi, rientrato nella baracca per la terza volta con l'intenzione di salvare la giovane moglie, è crollato ai piedi del suo letto soffocato dal fumo.

L'origine dell'incendio potrebbe essere stata una stufa a gas, che si trovava proprio nella baracca dove vivevano i due giovani rom, o come diramato da una nota del Comune, da una veranda di legno situata davanti ad un prefabbricato.
L'incendio, il mstrimonio dei due giovani morti nell'incendio  
(Premi per la FOTO Ingrandita) ha coinvolto anche una decina di costruzioni, e i vigili del fuoco stanno ora mettendo in sicurezza i resti del container per evitare che pezzi della struttura provochino altri danni.

La procura di Roma ha avviato un'inchiesta per fare luce sull'incendio. Il pubblico ministero Carlo Luberti, titolare degli accertamenti, procede per l'ipotesi di reato di morte come conseguenza di altro delitto. Intanto attende l'esito dei rilievi tecnici eseguiti sul posto dai carabinieri della compagnia Casilina e dai vigili del fuoco. Lunedì prossimo sarà eseguita l'autopsia sui due giovani rom rimasti uccisi.

Il campo attrezzato, è stato realizzato nel 2003 dal comune di Roma, ed è allestito con prefabbricati di circa 35 metri quadri dotati di allaccio in fogna, allaccio elettrico, acqua, servivi igienici e cucina ed ospita circa cinquanta famiglie di origine romena e serba. Il ministro dell'Interno Giuliano Amato aveva visitato il campo a Ferragosto.


Paola Ferraro