ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 12:27

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Ilaria Catalano
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 90 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
presepio realizzato in via C. Maestrini tra i civici 310-336 a grandezza naturale  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Alla scoperta dei Presepi

La tradizione dei presepi diventa sempre più ricca e originale

Id Article:10392 date 17 Dicembre 2006

Roma,  Con l'arrivo del Natale vengono allestiti in tutta Roma presepi realizzati con materiali sempre più originali e ricercati. Anche per quest'anno la tradizione continua ed è possibile ammirare queste splendide opere in diverse zone della città. 

A Piazza del Popolo, si è giunti alla 31a Edizione dei “100 Presepi”, ma non è da meno il presepio esposto all'interno della Parrocchia S. Maria del Carmelo a Mostacciano o quello realizzato in via C. Maestrini tra i civici 310-336.
Legno, polistirolo, cartapesta, gesso, stoffa, sono solo alcuni dei materiali utilizzati per la lavorazione di queste opere d'arte di diverse dimensioni e fattura. Alcuni vengono realizzati con il movimento di alcuni personaggi,altri immobili, alcuni sono colorati e altri dello stesso materiale utilizzato, ma ciò che li accomuna tutti è la minuzia di particolari e la precisione con cui gli artisti vi hanno lavorato. 

Un anticipo è possibile averlo sul sito www.viverein.org , all'interno della Sezione Presepio, ma vederli dal vivo darà sicuramente una sensazione diversa e magari sarà possibile prendere qualche spunto per dilettarci l'anno prossimo nell'allestimento del nostro presepio.


Ilaria Catalano