ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Martedi 13 Novembre 2018, ore 09:01

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XII , SkSoggetto:Spinaceto - Tor de Cenci , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Gianpiero Del Monte
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 45 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Le aree verdi di Casal Brunori sono abbandonate e lasciate troppo spesso nell'incuria  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Incontro sui problemi di Casal Brunori

Promosso dall'associazione Vivere In ha visto intervenire rappresentanti del XII Municipio e cittadini. Il verde, la mobilità e la qualità della vita

Id Article:10394 date 17 Dicembre 2006

Roma, Incontro sui problemi locali promosso il 16 dicembre dall'Associazione Vivere In di Casal Brunori presso l'Associazione Culturale Spinaceto.

Sono intervenuti il consigliere del XII Municipio De Noia, l'assessore alla Riqualificazione Urbana del XII Municipio Santoro, l'assessore ai Lavori Pubblici del XII Municipio Parisi e l'assessore all'Ambiente del XII Municipio Spataro.

Il Presidente di Vivere In, Cioffi, ha presentato i problemi della zona evidenziando l'esigenza di ottenere risposte più efficaci dalle istituzioni. Ha quindi sottolineato la necessità di acquisire un'area di circa 7000 metri quadri destinata ad “orti urbani”, con finalità sociali e di punto d'incontro per la zona. E' un'area posta tra Mostacciano B e Casal Brunori e per ottenerla occorre superare diversi impedimenti. Il consigliere De Noia ha suggerito di contattare il Servizio Patrimonio motivando la richiesta in base “ad un'esigenza sociale che coinvolge tutti i cittadini. Al Comune interessa solo, alla fine, che qualcuno mantenga e salvaguardi quell'area verde. Bisognerebbe chiedere un incontro per chiarire il discorso, dimostrando cosa si vuol fare.”

Gli interventi successivi hanno toccato il gravissimo problema della mobilità sul quale i cittadini richiedono uno sforzo delle istituzioni per interventi adeguati. Sulla zona ha gravato in buona parte l'espansione della città, il raccordo è al collasso e le autorità pubbliche dovrebbero intervenire in modo più incisivo anche se nessuno nega la complessità della questione.

A questo riguardo il Municipio XII dovrebbe stabilire il nodo di raccordo con le altre istituzioni. “Bisogna incontrarsi non solo per parlare ma soprattutto per intervenire poi concretamente” ha detto il Presidente della associazione Cioffi “e le istituzioni devono programmare gli interventi. Noi dobbiamo sapere quali istituzioni devono fare gli investimenti e passare poi agli interventi sul territorio”.

E' un problema di qualità della vita che investe tutti i cittadini e che richiede il contatto con le altre associazioni del territorio per arrivare ad azioni comuni e coordinate ed evitare il rischio di un sovrapporsi delle proposte che può provocare lo schiacciamento di quelle più importanti.

L'assessore Santoro ha affermato che “i vari assessorati e dipartimenti non dialogano spesso fra loro ed il Municipio dovrebbe davvero spingerli a farlo per trovare le soluzioni migliori. Nei giorni scorsi - ha aggiunto – i capogruppo comunali hanno discusso su alcune importanti questioni della zona ed il ruolo delle associazioni è rilevante altrimenti si passeranno i prossimi cinque anni in una situazione di emergenza senza arrivare mai a soluzioni efficaci. Bisogna lavorare in modo costruttivo evitando situazioni di scontro”.

L'assessore Parisi ha evidenziato che “la Regione si sta attivando per gli interventi di sua competenza nei settori necessari delle questioni locali e forse entro la fine del 2008 si risolveranno dei problemi centrali. Nel prossimo gennaio ci si riunirà di nuovo per attivarsi concretamente.”

Il Presidente Cioffi ha rimarcato che “verrà preparato un documento sulle esigenze locali constatando l'importanza di un progetto al riguardo”.

Il discorso è caduto sulla qualità della vita che va salvaguardata nella zona creando delle condizioni migliori. E' la città che se ne deve giovare.

Ci vogliono tempi lunghissimi per recarsi al centro da questi quartieri ed occorrono parcheggi gratuiti in prossimità delle fermate principali dei mezzi pubblici. L'assessore all'Ambiente del XII Municipio Spataro ha detto che è necessario intervenire per salvaguardare la qualità della vita attuando uno sviluppo urbanistico più confortevole e promovendo valori culturali che permettono di fruire della città e delle attrattive del territorio.

Gianpiero Del Monte