Comandi

Immagine logo sito
Issue114 del 20/10/2018 Year: 2018 ID: 6 Lunedi 17 Dicembre 2018, ore 14:33

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Prefettura di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Matteo Romani
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 42 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Prefetto della Capitale Achille Serra  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Scambi di auguri in Prefettura

Achille Serra: “Grazie a tutte le forze dell’Ordine. A Roma impegno unico”

Id Article:10410 date 21 Dicembre 2006

Roma, Nella giornata di ieri, si è svolto nella splendida cornice di Palazzo Valentini, il tradizionale incontro tra il Prefetto della Capitale Achille Serra, le Forze dell'Ordine ed i giornalisti per il classico scambio di auguri natalizi.

All'incontro erano presenti tra gli altri anche il questore di Roma, Marcello Fulvi, il comandante provinciale dei carabinieri, Riccardo Amato e quello della finanza Giuseppe Zafarana, il vice comandante della polizia municipale Donatella Scafati, l'assessore comunale alle politiche giovanili e alla sicurezza Jean Leonard Touadi, quello provinciale alla sicurezza Ezio Paluzzi e quello regionale Regino Brachetti.

L'impegno delle forze dell'ordine in una città come Roma, Palazzo Valentini  
(Premi per la FOTO Ingrandita) che compete con le grandi metropoli mondiali, sotto molti punti di vista può considerarsi unico –ha spiegato il Prefetto- Alla polizia, ai carabinieri, alla finanza e ai vigili urbani vanno i ringraziamenti miei e della città intera”.

Nel suo discorso, Serra ha parlato delle difficoltà incontrate nel tentativo di arginare il dilagante fenomeno dell'abusivismo commerciale nelle strade della Capitale e dell'impossibilità di espellere i rom che arriveranno tra i sette colli una volta che la Romania sarà entrata nell'unione Europea. Una novità quest'ultima che molta gente, conclude il Prefetto, forse non sa.


Matteo Romani