ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 12:27

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Sara Gullace
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 54 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




gas di scarico di un'auto  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Nuove norme contro lo smog

Dal 1 Gennaio scatterà un piano di circolazione anti inquinamento

Id Article:10428 date 30 Dicembre 2006

Roma,
Nuovo anno e nuove norme per la circolazione urbana. A partire dal 1 gennaio 2007, infatti, i vecchi motorini inquinanti non potranno più circolare all'interno dell'anello ferroviario, ovvero nella fascia di salvaguardia ambientale già preclusa agli autoveicoli non catalitici.

Il provvedimento riguarda ciclomotori e motoveicoli a due tempi “euro 0” e sarà applicato in maniera graduale. Lo stop riguarderà da subito i non residenti la zona in questione. Per che risiede, invece, il divieto scatterà dal 1 novembre 2007, in coincidenza con la scadenza della campagna di incentivi all'acquisto di nuovi motorini promossa dalla Regione Lazio. Anche per gli autoveicoli e le minicar diesel “euro 1” , inoltre, è previsto un piano di regolamentazione: in caso le centraline dell'Arpa (Agenzia Regionale per la protezione dell'Ambiente) rilevassero un superamento del grado di inquinamento per tre giorni consecutivi, Una colonna di traffico capitolino  
(Premi per la FOTO Ingrandita) scatterebbe il blocco per i veicoli all'interno della fascia verde, probabilmente nelle ore di punta di traffico cittadino.

La normativa si inserisce nel quadro delle misure strutturali che il Comune di Roma ha adottato per ridurre i livelli di inquinamento atmosferico, a tutela della salute dei cittadini. La decisione della Giunta capitolina è in linea con soluzioni prese in altre città come Milano, Bologna, Firenze e Torino al fine di migliorare la qualità dell'aria respirabile contenendo l'emissione di smog.
Moto e motorini a due tempi "euro 0" bruciano infatti una pericolosa miscela di olio e benzina, responsabile in larga parte della produzione di polveri sottili, motivo di inquinamento, che spesso in città superano i livelli di guardia fissati dalla Comunità Europea.
Agli interessati suggeriamo di visitare il sito www.assessoratoambiente.it, per avere precise informazioni su deroghe, sanzioni, incentivi e classi di omologazione.

Sara Gullace