Comandi

Immagine logo sito
Issue114 del 20/10/2018 Year: 2018 ID: 6 Lunedi 17 Dicembre 2018, ore 14:32

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Prefettura di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Mauro Leoni
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 52 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Immagine della grande festa per celebrare l'ingresso in Europa  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Romania e Bulgaria in Europa

Con il loro ingresso in Europa,cambiano le procedure relative ai cittadini dei due Paesi

Id Article:10438 date 4 Gennaio 2007

Roma, capodanno indimenticabile per Romania e Bulgaria: celebrato non solo l'arrivo del nuovo anno,ma anche il loro ingresso in Europa. Lo scoccare della mezzanotte ha,infatti, cambiato la storia dei due Paesi,cambiamento lungamente festeggiato nelle piazze e nelle strade di Bucarest e Sofia

A festeggiare con i rumeni a Bucarest c'era il presidente del parlamento Europeo Josep Borrell, il commissario all'allargamento Olli Rehn, i ministri degli Esteri di Austria, Danimarca, Ungheria, Bulgaria. Anche a Sofia l'ingresso in Europa è stato accolto con grandi festeggiamenti, spesi 1,7 milioni di euro, nel corso dei quali la popolazione ha potuto ammirare il megashow di luci e illusioni, ideato dal noto coreografo Gert Hof

L'arrivo di Romania e Bulgaria farà aumentare la popolazione europea di 30 milioni portandola a 490 milioni, mentre il PIL aumenterà solo del 1% .L'ingresso dei due paesi a suscitato reazioni contrastanti,infatti: da un lato vi sono molte attese riguardo al contributo che essi potranno dare alla crescita ed al rafforzamento della Unione Europea; dall'altro preoccupano i tanti problemi che ancora oggi li affiggono,la prospettiva di ondate immigratorie e di aumento della criminalità

Dal 1 gennaio cittadini romeni e bulgari hanno libero accesso al mercato del lavoro in Italia, l'apertura immediata per romeni e bulgari vale per i lavoratori qualificati, gli agricoltori, quelli del settore turistico-alberghiero, del lavoro domestico e di assistenza alla persona,mentre per le altre categorie le restrizioni resteranno in vigore per un altro anno

Intanto tutte le procedure pendenti presso Sportello Unico per l'Immigrazione della Prefettura di Roma, Presidente del Parlamento Europeo  
(Premi per la FOTO Ingrandita) relative ai cittadini dei due Paesi, sono state sospese inoltre poiché i cittadini rumeni e bulgari possono circolare liberamente sul territorio nazionale, per ciò che concerne ricongiungimenti familiari, conversioni dei permessi già rilasciati, rapporti di lavoro per i settori agricolo e turistico, domestico e di assistenza alla persona, edilizio, metalmeccanico, dirigenziale e stagionale, non sarà più necessario rivolgersi allo Sportello di Piazza Tommaso De Cristoforis 3

I cittadini dei due Paesi, come tutti gli altri cittadini europei, possono quindi richiedere direttamente all'Ufficio Immigrazione della Questura di Roma, in Via Teofilo Patini 5, o tramite gli uffici postali di zona, la carta di soggiorno per i cittadini comunitari

Coloro che,invece, vogliono assumere un lavoratore rumeno o bulgaro per tipologie di lavoro che non rientrano nelle categorie sopra specificate, dovranno solo spedire allo Sportello Unico per l'Immigrazione una raccomandata a/r con la quale chiedere il nulla osta al lavoro, utilizzando un apposito modulo

Per informazioni e per scaricare i moduli:

www.interno.it
www.welfare.gov.it



Mauro Leoni