Comandi

Immagine logo sito
Issue114 del 20/10/2018 Year: 2018 ID: 6 Mercoledi 19 Dicembre 2018, ore 03:30

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Dal Campidoglio , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Mauro Leoni
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 52 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




progetto della metrò B1,prima del prolungamento  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Via libera al prolungamento della linea B1

Prevista una nuova stazione a piazzale Ionio che fungerà da scambio con la linea C

Id Article:10442 date 5 Gennaio 2007

Roma, servirà un bacino di utenza di 40 mila persone la nuova stazione che porterà la linea B1 da piazza Bologna a viale Ionio, e che anticiperà lo scambio con la linea C. La giunta Capitolina ha dato il via libera al prolungamento con uno stanziamento aggiuntivo di 75 milioni, totalmente a carico del Comune

La stazione di piazzale Ionio, che prolungherà il percorso di 850 metri e sarà corredata da un'area commerciale e da uffici per servizi ai residenti, non sarà l'unica novità prevista,infatti,nei pressi di ciascuna stazione verranno realizzate aree di parcheggio per complessivi 1750 posti auto (1150 posti destinati alla sosta di scambio e 600 per i residenti). Il collegamento ciclopedonale che attraverserà il Parco delle Valli, inoltre, consentirà ai 25 mila residenti del quartiere Nomentano (nella parte vicina all'ansa dell'Aniene) di raggiungere in pochi minuti la stazione Conca d'Oro della B1 e la ferrovia metropolitana alle stazioni Nomentana e Val d'Ala (quest'ultima in via di completamento) . In corrispondenza della stazione Annibaliano è prevista un'area commerciale, mentre la stazione Nomentana verrà collegata con un sistema di tapis roulant a quella di piazza Annibaliano con accessi da viale XXI Aprile e via Nomentana. Si tratta di un raccordo pedonale sotterraneo, lungo poco meno di 400 metri e percorribile in circa tre minuti, lungo il quale verrà realizzata un'area commerciale e strutture di servizio ai passeggeri in corrispondenza di piazza di Santa Costanza

“Con questa decisione diamo nuovo impulso alla Cura del Ferro - afferma Mauro Calamante, Assessore alle politihe della mobilità del Comune di Roma  
(Premi per la FOTO Ingrandita) assessore alle politiche della mobilità- e renderemo ancora più efficiente la nuova linea B1, rispettando i tempi di consegna e quindi di apertura del metrò. Le varianti progettuali consegneranno a quella parte di città strutture di servizio fondamentali: i nuovi parcheggi, gli uffici pubblici raggiungibili più facilmente ma soprattutto i nuovi collegamenti fra zone da sempre separate fra loro, migliorando la fruibilità delle aree verdi e dei sistemi di trasporto. Per realizzare tutto questo il Comune ha deciso di impegnare altri 75 milioni di euro che si aggiungono agli oltre 400 già stanziati: a conferma che stiamo facendo ogni sforzo possibile per dare a Roma le infrastrutture di mobilità che le servono. In questo -conclude Calmante è prezioso il ruolo di Roma Metropolitane con la quale abbiamo dato il via ai lavori per la linea C, gettato le basi per la linea D e per il prolungamento della linea B a Casal Monastero nonché, con il contributo appena assicurato dalla Regione, pianificato il prolungamento della linea A fino a Torrevecchia”

Nei giorni scorsi sono stati anche aperti tre nuovi cantieri per la costruzione della metrò C ,in particolare per il proseguimento delle attività di indagini archeologiche preventive sulla Tratta (Venezia – San Giovanni).I cantieri di ridotte dimensioni che non comporteranno grandi disagi per i cittadini,in quanto ubicati in aree verdi o ai margini della strada, saranno in funzione per circa quattro mesi, salvo ulteriori disposizioni della Soprintendenza per i Beni Archeologici di Roma


Mauro Leoni