ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 12:28

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Mauro Leoni
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 52 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Gruppo di taxi in sosta  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Taxi:blitz dei Vigili Urbani

Nel mirino le domande per ottenere la licenza da parte di soggetti con precedenti penali

Id Article:10456 date 10 Gennaio 2007

Roma, è scattato, alle 4 di questa mattina, il sequestro di licenze taxi ottenute illecitamente. I vigili urbani stanno infatti ritirando i permessi a tutti i tassisti che non sono in possesso dei requisiti previsti e che abbiano precedenti penali, o che abbiano dichiarato il falso alla Camera di Commercio e al VII dipartimento del Comune di Roma

Circa 250 gli uomini della polizia municipale, che dall'alba di questa mattina, sono entrati nelle abitazioni dei tassisti per eseguire i 96 ordini di perquisizione, finalizzati al ritiro delle licenze risultate illecitamente ottenute, ordinati dal Gip Maria Finiti, del tribunale di Roma, su richiesta del pubblico ministero Carlo La Speranza,che ha coordinato le indagini. Sono impegnati nell'attività i gruppi VI, VII, VIII e XI dei vigili urbani e il Gruppo speciale per la Sicurezza urbana di Roma, coordinati dal comandante dell'VIII gruppo sicurezza urbana, Antonio Di Maggio

I reati ipotizzati sono:associazione a delinquere,false dichiarazioni in atto pubblico e induzione in errore di pubblico ufficiale. Le indagini riguardano il periodo compreso tra il 2000 e il 2006

“Se hanno sbagliato dovranno rispondere di quello che hanno fatto, ma attenzione a non criminalizzare l'intera categoria- ha commentato Carlo Bologna,presidente dell'Ait (Associazione Italiana Tassisti) - ricordiamo che a Roma siamo 6700 tassisti - ha continuato - e stiamo parlando di 96 licenze. Ora si tornerà a dire che i tassisti sono tutti mascalzoni, Pattuglia della Polizia Municipale  
(Premi per la FOTO Ingrandita) tutti punteranno il dito contro di noi, quando invece siamo lavoratori che guadagnano 50 euro al
giorno”

Anche il sindaco di Roma Walter Veltroni si è schierato a difesa della categoria affermando:"Si è fatta una verifica: sono risultate delle anomalie che devono essere affrontate. Queste irregolarità riguardano chi le ha fatte e non la categoria dei tassisti .Ci tengo a ribadire  - ha aggiunto - che, una cosa sono i tassisti, lavoratori perbene che vanno rispettati e un'altra chi pone in essere delle anomalie". L'assessore alla mobilità Calamante ha precisato: "Il problema verrà affrontato in modo deciso nel nuovo regolamento comunale che approveremo entro il prossimo mese e che prevede controlli a tappeto sulle nuove licenze. Ora bisogna anche cambiare la legge regionale che stabilisce i requisiti morali per il mantenimento dell'iscrizione al ruolo. Per questo- ha concluso- ho scritto all'assessore regionale Ciani e con lui abbiamo concordato un incontro per la prossima settimana nel quale discuteremo le modifiche da apportare alla legge".



Mauro Leoni