ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Mercoledi 14 Novembre 2018, ore 04:42

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Sara Gullace
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 54 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Luigi Celori, consigliere regionale An  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

An: "Periferie abbandonate, stop alle occupazioni"

I rappresentanti locali di Alleanza Nazionale hanno espresso la loro preoccupazione per la gestione delle periferie romane

Id Article:10467 date 12 Gennaio 2007

Roma, La rappresentanza locale di Alleanza Nazionale prende la parola su un tema importante, quello della gestione delle periferie romane. L'occasione è stata data dallo sgombero dell'ex stabile Telecom, in zona Boccea, effettutato venerdi 12 gennaio: un centinaio di persone immigrate, in attesa di una richiesta di asilo, hanno dovuto lasciare i locali che avevano precendentemente occupato. 
In merito all'argomento, An ha espresso la propria dura opinione attraverso la voce di Luigi Celori, consigliere regionale, Piergiorgio Benvenuti, capogruppo a Palazzo Valentini, e Sergio Marchi, consigliere comunale: “L'occupazione degli edifici ex Telecom di Boccea da parte di un centinaio di immigrati in cerca di asilo è una nuova vergogna per l'amministrazione di sinistra che governa Roma. Tanto più che interessa una zona, Una veduta aereadel quartiere Bastogi  
(Premi per la FOTO Ingrandita) Bastogi, lasciata già al degrado e all'abbandono” hanno spiegato a Roma Locale. “Le periferie romane – hanno continuato i tre esponenti di An – necessitano di maggiore attenzione nel rispetto della legalità e della sicurezza, un bisogno che avvertiamo sempre più pressante da parte dei cittadini che si sentono abbandonati dalle istituzioni. Il problema delle occupazioni – hanno concluso Celori, Benvenuti, Marchi – va affrontato seriamente e in modo prioritario, prima che la situazione degeneri ulteriormente”.
Roma, ed i suoi abitanti tutti, attendono una soluzione concreta e dignitosa per il recupero e la sopravvivenza delle zone più periferiche.




Sara Gullace