ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 20:56

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Provincia di Roma , SkSoggetto:Regione Lazio , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Adriano Stefanelli

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 32 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Alcune cose che si potranno osservare negli stand del Festival  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Lazio leader nella spesa per la ricerca

Importante risultato per la nostra regione a pochi giorni dal Festival delle Scienze

Id Article:10472 date 13 Gennaio 2007

Roma, Secondo quanto afferma Raffaele Ranucci, l'assessore regionale a Sviluppo Economico, Ricerca, Innovazione e Turismo, “il Lazio detiene il primato in Italia per quanto concerne la spesa pubblica nella ricerca e sviluppo scientifico, oltre ad un numero di addetti e di esportazioni nel campo tecnologico, che lo pongono anche tra le prime d'Europa”. 

Questa importante considerazione è stata fatta a pochi giorni dall'inizio della seconda edizione del Festival delle Scienze, in programma dal 15 al 21 gennaio a Roma, presso l'Auditorium Parco della Musica. A questa importante manifestazione, la Regione Lazio partecipa mediante l'allestimento di alcuni stand che ospiteranno laboratori, schermi, La tencologia e la fisica al centro del Festival delle scienze  
(Premi per la FOTO Ingrandita) pannelli didattici, postazioni informative e interattive, animazioni, attività didattiche ed incontri con esperti, in modo da poter accompagnare i visitatori nel meraviglioso mondo della fisica e delle scoperte tecnologiche del nostro territorio. 

Poter mettere al servizio dei nostri cittadini tutte queste cose – continua Ranucci – è una priorità della nostra Giunta che vuole basare il proprio sviluppo socio-economico sulla conoscenza. In questa direzione sono state appunto rivolte le attività attuate finora nei settori della ricerca e dell'innovazione, al fine di creare una più stretta sinergia tra istituzioni, imprese, finanza, enti locali di ricerca e strutture attive nel trasferimento tecnologico”.


Adriano Stefanelli