ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 23:02

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Provincia di Roma , SkSoggetto:Provincia di Roma (zona Nord) , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Marco Antonelli
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 36 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




infanzia rubata, bambino che gioca  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Pedofilia a Rignano Flaminio?

Al centro delle indagini una scuola materna della cittadina laziale, sei gli indagati.

Id Article:10478 date 14 Gennaio 2007

Roma, La tranquilla cittadina della provincia nord di Roma è stata bruscamente scossa negli ultimi mesi dall'inchiesta su presunti abusi sessuali nei confronti di minori, che vede coinvolte parte del personale docente ed alcune bidelle di una scuola materna, più due persone estranee al sistema scolastico.

Quindici bambini sarebbero stati condotti durante l'orario scolastico con un pulmino in un locale privato, di proprietà di una delle maestre: qui sarebbero avvenuti gli abusi che venivano anche filmati, almeno secondo la ricostruzione dei carabinieri di Bracciano. Gli abusi sarebbero iniziati già lo scorso anno scolastico; le indagini invece erano partite durante l'estate, a seguito della denuncia di alcuni genitori preoccupati per lo strano comportamento dei figli, dalle improvvise crisi di pianto alla rappresentazione nei disegni di organi sessuali e figure femminili,troppo precoci per quella età. Si indaga anche sulla possibile somministrazione di sostanze pericolose ai bambini.

L'inchiesta aveva già portato ad un primo blitz delle forze dell'ordine in ottobre, provocando un acceso confronto tra corpo docente e genitori: la coordinatrice dell'istituto nell'occhio del ciclone, Loredana Cascelli, continua comunque a sostenere l'infondatezza delle accuse e a difendere le proprie insegnanti. Questa posizione è sostenuta da tutte le insegnanti dell'istituto, anche durante l'ispezione ministeriale dei giorni scorsi.

La cittadina rimane divisa tra colpevolisti e innocentisti, in attesa del pronunciamento dei giudici.

Marco Antonelli