ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Mercoledi 14 Novembre 2018, ore 04:43

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Sara Gullace
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 54 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Un senza tetto trova riposo su una panchina pubblica  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Partiti i bus per i clochard

Il "piano inverno" del Comune fronteggia il disagio del freddo per i senza tetto della capitale

Id Article:10516 date 25 Gennaio 2007

Roma, È arrivato il freddo nella capitale: scatta il “piano inverno” voluto dall'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune. Ed è una buona notizia, perché finalizzata a far fronte in modo preventivo ai disastri che l'inverno può comportare. Ogni anno, infatti, le fasce più disagiate della popolazione, come clochard o persone senza un tetto sulla testa, si trovano a fare i conti con temperature tanto basse da essere spesso letali. La notte, quando le luci si spengono e la città “dorme” è, chiaramente, il momento più difficile: per questo, il Campidoglio ha dato il via in questi giorni ai “Bus della solidarietà”, un'iniziativa giunta alla sua terza edizione, che vuole combattere le emergenze freddo di chi vive per strada.
 Come? Con due pulmann turistici, da 50 posti, che partono ogni notte da Termini e Tiburtina ed accolgono i clochard con posti a sedere, Termini. Punto di partenza dei bus della solidarietà  
(Premi per la FOTO Ingrandita) riscaldamento e bevande calde. A bordo, oltre all'autista, gli operatori della Sala Operativa Sociale. Durante il percorso, i bus, attivi fino alle 8 del mattino, fanno sosta nelle zone della città che sono maggiormente frequentate dai senza tetto: chi sale, può arrivare al capolinea dei centri d'accoglienza o scendere prima in una della tappe intermedie.
Una seconda opportunità resa possibile dal “piano inverno” comunale è il tendone riscaldato organizzato a Castel Sant'Angelo dove, ogni sera, sono disponibili 200 letti e altrettanti posti a tavola: è “l'isola della solidarietà”.
Gli interventi di assistenza sono possibili grazie agli operatori ed ai volontari della Sala Operativa, attiva 24 su 24 ogni giorno, raggiungibile al telefono verde 800.440022: è il numero che possiamo comporre per segnalare casi di difficoltà e disagio.


Sara Gullace