Comandi

Immagine logo sito
Issue115 del 21/10/2018 Year: 2019 ID: 2 Giovedi 17 Gennaio 2019, ore 04:54

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XI , SkSoggetto:Municipio XI , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Ilaria Catalano
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 90 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Un viaggio per ripercorrere le tappe delle deportazioni naziste  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Un viaggio per non dimenticare

Parte il Treno della Memoria: destinazione Auschwitz e Birkenau

Id Article:10518 date 25 Gennaio 2007

Roma, Un progetto per non dimenticare le innumerevoli persone che hanno sofferto nei campi di concentramento.
Il 27 gennaio partirà il “Treno della Memoria” dal Municipio Roma XI con il quale una delegazione di ragazzi tra i 13 e i16 anni, ripercorrendo le tappe dei treni che conducevano ad Auschwitz e Birkenau, arriverà proprio nei campi di concentramento.
Durante il percorso gli studenti gireranno alcuni filmati che mostreranno al ritorno nelle loro scuole e verrà poi organizzato un incontro collettivo con tutte le scuole medie inferiori per raccontare questa esperienza. 

Un viaggio duro e toccante
che condurrà i ragazzi a vedere con i loro occhi, i luoghi dove si è compiuta una delle pagine più brutte della nostra storia per mano della ferocia nazista che ha ucciso e torturato milioni di persone.
“Attraverso visite ed incontri - afferma Andrea Catarci Presidente del Municipio Roma XI - i ragazzi avranno l'opportunità di approfondire la conoscenza di alcuni degli episodi più disumani della storia”. 

L'Assessore alle Politiche Giovanili Gianluca Peciola afferma che “con questo progetto stiamo preparando insieme ai ragazzi del Municipio l'anniversario della nascita della Comunità Europea,prevista per il 25 marzo. Partiamo per un viaggio verso Auschwitz e Birkenau perché i nostri ragazzi sappiano”.
Non dobbiamo dimenticare perché un paese civile deve avere cura della memoria collettiva: come scrisse Pietro Calamandrei “Chi non ha memoria non ha identità e non si colloca esattamente nel presente”, con queste parole conclude il Presiednte Andrea Catarci la presentazione del progetto.


Ilaria Catalano