ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Mercoledi 14 Novembre 2018, ore 04:42

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Matteo Romani
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 42 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




La locandina del corteo del RES  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

“In piazza per la sicurezza”

Nella giornata di ieri si è svolto un corteo del RES per chiedere maggiori tutele contro la criminalità nei Municipi XV e XVI

Id Article:10527 date 28 Gennaio 2007

Roma, “Scendiamo in piazza per la sicurezza dei nostri quartieri e contro quella falsa solidarietà fatta di immigrazione clandestina, campi nomadi, indulti selvaggi che non fanno che alimentare la criminalità nelle strade della Capitale”. E' questo il pensiero, espresso attraverso una nota, dei rappresentati politici del Movimento Roma Europa Sociale (RES), alla vigilia del corteo sulla sicurezza che si è svolto nella giornata di ieri da Piazza E. Fermi a Marconi fino a Piazzale Dunant a Monteverde.

Fabrizio Santori, capogruppo di AN in Municipio XVI, Antonio Aumenta, consigliere AN Municipio XVI, e Augusto Santori, consigliere AN Municipio XV, spiegano così le motivazioni che stanno alla base del corteo: “Nessuna grande città europea è in questo stato di abbandono –si legge nella nota- Il Municipio XV e Municipio XVI sono oggi assediati da una forma pervicace, grave ed inarrestabile di criminalità e su questo il Sindaco Veltroni e il Governo Prodi hanno le loro responsabilità per non aver mai determinato un intervento efficace in merito alla questione sicurezza”.

“Chiediamo da tempo – proseguono i tre rappresentati del Res – un pugno di ferro sulla lotta all'immigrazione clandestina,lo sgombero immediato di tutti gli stanziamenti abusivi di nomadi e una loro severa riorganizzazione nella città di Roma, infine un deciso intervento per illuminare le strade della città, anche quelle in periferia. I fatti del Trullo e di Monteverde, con il barbaro assassinio del cittadino romano avvenuto a dicembre scorso in pieno giorno a Piazzale Dunant, dove terminerà la manifestazione, in qualsiasi paese civile avrebbero fatto dimettere i responsabili della sicurezza cittadina, ci chiediamo perché il Prefetto Serra non abbia preso le dovute contromisure a questo incremento costante e grave di criminalità nei nostri territori”.

“Siamo in strada – si legge nella parte conclusiva della nota- per manifestare anche questo disappunto nei confronti di chi non si vuole prendere le sue dovute responsabilità”.




Matteo Romani