ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Martedi 20 Novembre 2018, ore 13:37

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XII , SkSoggetto:Prato Smeraldo-Fonte Meravigliosa , Tipo Articolo:Articoli Vari ,

a cura di I. G.

La staccionata all'altezza della fermata del bus  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La staccionata, secondo round

Dopo l’articolo in cui venivano esposte le perplessità riguardo la staccionata lungo il prato di via Stefano Gradi, Andrea Buzi, presidente del Comitato Intercondominiale Prato Smeraldo, dice la sua

Id Article:10551 date 6 Febbraio 2007

Roma, Dopo l'articolo apparso qualche tempo fa, la staccionata della discordia è arrivata puntuale la risposta di Andrea Buzi che, nel ruolo di presidente del Comitato Intercondominiale Prato Smeraldo, racconta come è nata la staccionata e risponde alle critiche.

“Per prima cosa – scrive Buzi - la decisione di realizzare la staccionata, che non ha mai avuto fini di natura estetica, è stata voluta esclusivamente per mettere in sicurezza le aree verdi e soprattutto i loro frequentatori. Non solo l'assemblea ha votato la staccionata all'unanimità, ma le singole assemblee condominiali, a cui io stesso ho partecipato, hanno ratificato tale decisione, e chiaramente deliberato la spesa, altrimenti non si sarebbe potuto realizzarla”.

Una decisione unanime dunque, che però non tocca il problema collaterale del marciapiede, che dovrebbe sorgere tra la staccionata e la strada, anche per rendere più sicura la salita e la discesa dal bus. “Non è propriamente nelle competenze del Comitato Intercondominiale provvedere in merito. Ritengo che l'autorità comunale debba provvedere in tal senso e, Una foto di piazza Zamagna  
(Premi per la FOTO Ingrandita) in caso la pubblica amministrazione ritenesse opportuno realizzarlo, lo farebbe chiaramente sulla strada pubblica e non sulle aree private. In ogni caso è stato rispettato esattamente il passaggio (che ribadisco non è un marciapiede) che si era creato negli anni con il calpestio della gente. Anzi, avendo sistemato meglio il fondo, mentre prima si camminava nel fango e nei prati bagnati, ora si cammina comodamente a bordo strada, sistemato e asciutto.

La staccionata ha sollecitato molti pareri, sia favorevoli che contrari, non solo da parte di singoli cittadini, ma anche quelli di associazioni che operano nella zona, tra cui il Comitato di quartiere “Vigna Murata”, che ha contattato Buzi per esprimere le proprie perplessità. Il presidente non usa giri di parole, ma si dimostra comunque aperto al dialogo “Nelle lettere del Comitato di Quartiere non vi è cenno alla richiesta del perchè sia stata fatta l'opera (con poca delicatezza dunque verso i cittadini che l'hanno votata). Non tutti i cittadini la pensano così, è bene dirlo. Altrimenti non capisco dove avremmo trovato i soldi per farla”.

“La staccionata certamente non sarà perfetta, tutto è migliorabile. Io posso solo dire che le proposte verranno portate in assemblea, che è l'organo deputato ad esaminarle e decidere in merito, ed ogni miglioria che venisse giudicata opportuna verrà effettuata, fosse anche l'apertura dei passaggi. Chiaramente con la relativa spesa".

I. G.