ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 23:02

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XI , SkSoggetto:Municipio XI , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Sara Gullace
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 54 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Un momento di normale attività al mercato  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

An: “No al mercato Tre Fontane”

Gli esponenti di Alleanza puntano il dito sulla mancanza di sicurezza e chiedono il trasloco

Id Article:10577 date 14 Febbraio 2007

Roma, Un mercato poco sicuro. La sezione di Alleanza Nazionale di Roma XI si batte per la spostamento del mercato Tre Fontane. L'area commerciale locata in via Simone Martini, zona Tintoretto – Serafico, per gli esponenti di An, non è a prova di sicurezza. La prossimità del mercato con una scuola, inoltre, è una ragioni in più per trovare un altro sito ai banchi che ora si trovano al Serafico. Luigi Celori, consigliere regionale, spiega il proprio punto di vista: “Il mercato Tre Fontane va spostato per ragioni di sicurezza – esordisce – Sono due anni che i vigili urbani hanno segnalato la pericolosità di questa attività, nata in via sperimentale negli anni Novanta in una sede impropria, la cui incompatibilità con il luogo si evince anche dalla vicinanza con una scuola, nei cui giardini i bambini giocano quotidianamente”. Dello stesso avviso Andrea Beccarelli e Sergio Marchi, rispettivamente consiglieri An al municipio ed al comune. 

L'indice è puntato sulla struttura che non risponde alle norme di sicurezza standard: “I problemi – spiegano – sono interni al mercato: mancano di fatto le vie di fuga. Se qualcuno dovesse, Il consigliere regionale di An, Celori  
(Premi per la FOTO Ingrandita) malauguratamente, sentirsi poco bene, i soccorsi non potrebbero intervenire prontamente. Ed è per questo – continuano - che lo scorso luglio è stata presentata in Municipio una proposta di delibera in cui si chiede lo spostamento del mercato in altro sito, una proposta che è attualmente in discussione”. È qui, secondo gli esponenti di Alleanza, che i conti non tornano: “L' incognita è che si sta lavorando su una copia – tengono a sottolineare - perché l'originale del documento è stata persa e, naturalmente, questo intralcia l'iter e rimanda la soluzione. Come è stato possibile smarrire una proposta di delibera debitamente protocollata? E quali interessi ci sono in ballo più importanti della sicurezza dei cittadini?”. In attesa di ricevere una risposta adeguata da parte dell'amministrazione locale, Celori., Marchi e Beccarelli chiedono la chiusura immediata del mercato incriminato in nome della salvaguardia dei cittadini ancor prima di trovare una più consona e definitive allocazione

Sara Gullace