ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 20:55

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XI , SkSoggetto:Roma 70 - Fotografia , Tipo Articolo:Articoli Vari ,

a cura di I. G.

S. Alessio  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Sant’Alessio, ancora polemiche

Il presidente Catarci risponde alle critiche e ribadisce il suo punto di vista

Id Article:10610 date 24 Febbraio 2007

Roma, Dopo la notizia apparsa sui quotidiani del 20 febbraio sul progetto della Provincia di Roma di una “Scuola dello sport” nella Tenuta di Sant'Alessio, il disaccordo del Presidente del Municipio Roma XI Andrea Catarci è stato fortemente stigmatizzato da alcuni esponenti del Consiglio provinciale di Roma, il DS Edoardo Del Vecchio e Antonio Gazzellone della Nuova DC.

“In merito alle repliche dei Consiglieri Provinciali Del Vecchio e Gazzellone – afferma il Presidente del Municipio Roma XI Andrea Catarci – che mi accusano di “parlare senza cognizione di causa”, il primo, e di polemizzare per partito preso ed ignorando l'importanza dello sport, il secondo, intendo ribadire che nessun esponente della Provincia, neanche il Consigliere Del Vecchio che nel territorio è stato eletto, si è preoccupato di rendere perlomeno informato del progetto il Municipio e la collettività che rappresento.”

“Per percorso di partecipazione con il territorio - continua il Presidente del Municipio Roma XI Andrea Catarci – intendo evidentemente qualcosa di diverso da Del Vecchio, qualcosa che deve iniziare quando nasce l'idea progettuale, da condividere immediatamente con i cittadini e non quando i giornali già ne parlano. A che pensa il Consigliere DS, Andrea Catarci,profilo del nuovo presidente dell'XI Municipio  
(Premi per la FOTO Ingrandita) ad un coinvolgimento del territorio nella scelta della forma e dei colori dell'impianto? Per quanto riguarda l'effettiva necessità di tale megastruttura, poi, mi sento di smentire la necessità di un impianto sportivo di 10 ettari, visto che il quadrante, nel raggio di circa un chilometro, già vede la presenza di moltissimi impianti sportive già funzionanti e alcuni in costruzione. Uno in più può sempre essere utile, ma proprio nella Tenuta di Sant'Alessio e di quelle proporzioni? Va infatti sempre ricordato che la tenuta di S. Alessio è un parco agricolo ed archeologico di assoluto pregio e che quindi va tutelato. Cederne 10 ettari per la prospettata mega-struttura significa danneggiare tale patrimonio”.

“Che cosa si nasconde dietro a questa levata di scudi - conclude il Presidente del Municipio Roma XI Andrea Catarci – è facilmente immaginabile: tra un anno si vota di nuovo per la Provincia ed in parecchi hanno cominciato a cercare visibilità ed a farsi la campagna elettorale. E' invece più difficile comprendere quali cordate di interessi si nascondano dietro un progetto di cui ancora si sa solo che “si deve fare”.

I. G.