ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 20:55

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XII , SkSoggetto:Laurentino 38-Ferratella , Tipo Articolo:Articoli Vari ,

a cura di I. G.

ponti l38  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

IX ponte, è quasi l’ora

Tra poco si procederà ad abbattere il ponte al Laurentino 38

Id Article:10611 date 24 Febbraio 2007

Roma, Ci siamo quasi, a breve anche il IX ponte del Laurentino sarà abbattuto, nel frattempo è avvenuto lo sgombero.

“Lo sgombero del IX ponte - afferma Andrea Gargano, Capogruppo dell'Ulivo del XII Municipio – coincide con la votazione della delibera della variante undices, cioè i circa 50.000 metri cubi che dovranno essere ricostruiti per effetto della demolizione dei tre ponti del Laurentino. Stiamo chiedendo che vengano inseriti in quelle cubature, una facoltà universitaria, un ufficio postale e una postazione per le Forze dell'Ordine, oltre ai servizi commerciali che potrebbero essere utili ai cittadini: sono convinto che riusciremo ad approvare questa delibera, ma un minuto dopo dovrà essere il Comune di Roma a garantire che tutto ciò andrà in porto. Sono convinto che il Sindaco Veltroni si farà promotore anche di questa proposta, perché ci ha già dato un assaggio della sua attenzione nei confronti di questo quartiere con la demolizione dei ponti e con lo sgombero del campo nomadi di Tor Pagnotta, per tanto sono convinto che non si tirerà indietro neanche davanti a questa proposta.
Ora l'unica cosa che ci manca per completare il risanamento del Laurentino- conclude Gargano – è che venga approvato il tanto sospirato art.11,e spero che il Presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo ne tenga conto”.  

Non sono dello stesso parere gli esponenti di An che, per voce del Capogruppo Andrea De Priamo, commentano: “Nel rivendicare alla destra romana l'abbattimento dei ponti del Laurentino al termine di una lunga battaglia urbanistica e culturale non possiamo non denunciare il gravissimo ritardo con cui sta procedendo l'iter di approvazione della delibera sulla variante 11 – piano di zona Laurentino. Una delibera che avrebbe dovuto essere approvata contestualmente alla demolizione del primo ponte, in modo tale da consentire l'immediata ricostruzione delle cubature abbattute e la riqualificazione del quartiere. Invece da mesi è tutto fermo. Se fosse stata approvata a tempo debito, oggi il percorso amministrativo sarebbe stato già completato, e già saremmo stati pronti ad indire la gara per la progettazione della ricostruzione delle cubature demolite. Grazie a Veltroni, ci vorrà almeno un altro anno per avere i progetti esecutivi, e rischieremo di non vedere i cantieri all'opera prima di due anni”.

I. G.