ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Sabato 22 Settembre 2018, ore 21:53

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Cronaca ,
,
a cura di Paola Ferraro
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 94 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




locandina per la campagna contro l'abbandono dei minori  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Lasciato il primo bimbo nella 'ruota'

Il triste primato è toccato al piccolo Stefano di 3mesi. Il ministro Bindi "Vorrei che fosse adottata da tutti gli ospedali"

Id Article:10612 date 25 Febbraio 2007

Roma,
È un bimbo di 3 mesi il primo neonato, lasciato nella 'ruota', una struttura attivata dal Policlinico Casilino per evitare l'abbandono dei neonati nei cassonetti, sul modello della vecchia 'ruota degli esposti'. Il fatto è accaduto nella serata di sabato, e subito il bimbo è stato ricoverato nel reparto di patologia neonatale.

Il piccolo al quale è stato dato il nome di Stefano, come il medico che lo ha trovato, pesa circa 6,2 chilogrammi, le sue condizioni di salute sono buone, sembra italiano, è stato allattato al seno (ha difficoltà a prendere il biberon),è pulito e curato e forse proprio per questo il tribunale aspetta ad avviare le pratiche per l'adozione. La mamma fa ancora in tempo a ripensarci, è questo è anche l'invito che fanno i medici del policlinico offrendo aiuto e anonimato alla mamma se volesse ripensarci.

È il primo caso dall'entrata in funzione del servizio "Non abbandonarlo. Affidalo a noi" del Policlinico Casilino, attivato lo scorso dicembre. Si tratta di un piccolo prefabbricato,accogliente e anonimo, annesso al presidio ospedaliero della periferia della capitale. La "casetta", si trova all'incrocio tra via Tucani e via Casilina, in una zona con forte presenza di immigrati. Il meccanismo ricalca quello della "ruota degli esposti": all'interno di una saletta è posizionata una culla che si apre manualmente, attraverso una finestra, e si richiude poi in modo automatico, dopo che il neonato è stato depositato. Il presidio è collegato alla struttura tramite sensori volumetrici ed è a contatto con una telecamera, così da permettere l'immediato soccorso.

Nella mattinata di domenica il piccolo Stefano ha ricevuto la visita dell'assessore capitolino alle Politiche Sociali, Raffaela Milano, anticipando che, se il tribunale per i minori non dovesse trovare in tempi brevi una famiglia adottiva, il bambino sarà ospitato in una casa famiglia del Comune. Anche il ministro per la Famiglia, Rosy Bindi è intervenuta sull'accaduto parlando di 'soluzione intelligente e una buona alternativa all'abbandono per strada.'




Paola Ferraro