Comandi

Immagine logo sito
Issue114 del 20/10/2018 Year: 2018 ID: 6 Lunedi 17 Dicembre 2018, ore 14:34

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Prefettura di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Massimo Pelliccia
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 20 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Palazzo Valentini, sede della Provincia di Roma dal 1873  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Sicurezza pubblica ad Ostia

L'incontro del Prefetto Serra con la Confesercenti

Id Article:10622 date 2 Marzo 2007

“I reati dell'usura e dell'estorsione stanno prendendo piede sul litorale, ma siamo ancora in una fase iniziale nella quale il fenomeno può essere stroncato. Incontrerò le associazioni di categoria per far comprendere, innanzitutto, come sia facile per le forze dell'ordine scoprire il reato di usura, se se ne ha notizia”.

Questo è quanto aveva dichiarato il Prefetto Achille Serra nel corso della terza conferenza permanente di tutti gli uffici statali provinciali e degli enti locali, svoltasi in Prefettura martedì 27 febbraio scorso.

“Abbiamo pensato di aprire degli sportelli”, aveva poi proseguito Serra, “gestiti dalle associazioni, che abbiano rapporti con le forze dell'ordine. Questa rete dovrà avere come punti di riferimento, professionisti autentici, che si occupino di questa attività”.

Nella mattinata successiva, sempre a Palazzo Valentini, il Prefetto Serra, unitamente al Questore Marcello Fulvi, ha ricevuto il Presidente del Municipio XIII, Paolo Orneli, ed i rappresentanti della Confcommercio e della Confesercenti di Ostia.

Nel comunicato stampa dell'Ufficio Territoriale del Governo della Prefettura si legge dell'avvenuto incontro “voluto dal Prefetto in seguito alle preoccupazioni espresse sulla recrudescenza dei reati sul litorale”,  e di come “sono state raggiunte proficue intese per venire incontro alle richieste dei cittadini e dei commercianti della zona”.

Questi,  in sintesi, i principali piani di azione:
- intensificazione dell'attività investigativa su usura ed estorsione;
- potenziamento dell'attività di vigilanza e controllo del territorio, principalmente nelle ore notturne, allo scopo di prevenire fenomeni di criminalità predatoria;
- controlli mirati sui locali pubblici per reprimere lo spaccio di sostanze stupefacenti ed il gioco d'azzardo.

E' stato infine concordato di monitorare mensilmente, in un tavolo congiunto, i risultati conseguiti a seguito delle iniziative assunte.

Da ricordare che, per quanto riguarda il fenomeno della criminalità predatoria, tanto a Roma quanto nell'hinterland, la Confesercenti provinciale di Roma aveva già nel mese scorso, in un suo comunicato, sostenuto la necessità da parte degli enti preposti ed insieme alle associazioni di categoria più a rischio, di “investire concretamente in sicurezza”.

In altri termini, incentivare le spese degli imprenditori destinate alla messa in uso di strumenti di sicurezza, all'installazione di vetri anti-sfondamento, di telecamere, ed ai collegamenti in tele-allarme con le forze dell'ordine.

Massimo Pelliccia