ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Venerdi 21 Settembre 2018, ore 14:53

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Prefettura di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Massimo Pelliccia
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 20 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Gli uomini del reparto in azione  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Rinvenuto residuato bellico a Guidonia

Coordinate dalla Prefettura di Roma le operazioni di bonifica

Id Article:10647 date 13 Marzo 2007

Al termine della mattinata di ieri, sono state completate tutte le operazioni di recupero, despolettamento e brillamento di un ordigno militare ritrovato all'interno dell'Aeroporto Militare “Alfredo Barbieri” di Guidonia, secondo le indicazioni del Comando del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma.

L'ordigno, di fabbricazione inglese e del peso di circa 250 libbre, è risultato essere un residuato bellico della seconda guerra mondiale.

L'intervento di bonifica, circoscritto nell'area aeroportuale, ha richiesto una particolare cura nell'azione di pianificazione delle operazioni, ma non ha comportato alcun disagio alla popolazione locale.

Una volta ricevuta la segnalazione della presenza dell'ordigno, la Prefettura, grazie anche alla fattiva collaborazione del Comune di Guidonia Montecelio, ha coordinato le necessarie operazioni di messa in sicurezza delle strutture dell'area circostante la zona di ritrovamento dell'ordigno,  ed altresì provveduto all'organizzazione di eventuali e tempestivi interventi di ripristino, nel caso in cui si fossero verificati incidenti durante la fase di bonifica.

L'Aeroporto Militare di Guidonia, in previsione dell'intervento nella prima guerra mondiale, venne istituito nel 1915, al fine di addestrare le nuove squadriglie di aviatori. Nel corso degli anni, ha acquisito sempre maggiore importanza ed è stato ingrandito fino ad ospitare oggi un modernissimo Centro Sperimentale sulla navigazione aerea.

Non a caso, la città di Guidonia venne definita la “Cape Canaveral degli anni 30”, per l'assoluta avanguardia degli studi aeronautici del suo centro, e, nel 1988, si è gemellata proprio con la città statunitense, dove ha sede la struttura per il lancio di veicoli spaziali della NASA.

Massimo Pelliccia