ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Martedi 21 Agosto 2018, ore 06:33

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Francesco Conti
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 41 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




immagine di un pitbull, una delle razze di cane più pericolose  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Allarme nei parchi: “Cani sciolti tra i bambini”

Dopo la tragedia di Torino le mamme hanno paura per i propri figli per la presenza nei parchi di rottweiler, pitbull e altri cani pericolosi

Id Article:10735 date 20 Aprile 2007

Roma, Aumenta la paura nei parchi, dopo quanto accaduto a Torino, dove una bambina di appena 8 mesi ha perso la vita in seguito ad un'aggressione di alcuni cani. Genitori e babysitter lamentano una mancanza di sicurezza per i propri figli accusando come il divieto di accesso per i cani di taglia grossa incustoditi non viene rispettato: “I nostri bambini non sono al sicuro – tuonano mamme e babysitter al quotidiano "Leggo" – il divieto c'è peccato che non ci sia nessuno che lo rispetti e che, soprattutto, lo faccia rispettare. Tutti i giorni – prosegue una signora con due bambini a Villa Pamphili - spesso nelle ore più calme, verso le 14, mi imbatto in grossi cani, liberi ed incustoditi se non dal padrone che puntualmente vigila rimanendo a distanza”.

Fatto a dir poco sconcertante se si pensa che a Villa Pamphili esiste un'area apposita per i cani, come del resto a Villa Paganini dove c'è una zona limitata nella quale i cani possono correre sciolti senza arrecare alcun rischio a nessuno: “Ho paura a passeggiare con Matteo - racconta Teresa, babysitter con passeggino a seguito - la mattina il giardino si riempie di cani,liberi fuori dall'apposito recinto. Oltre alla pericolosità aggiungerei anche la mancanza di decoro visto che le ruote del passeggino vanno sempre a raccogliere escrementi lasciati lungo i viali. Mi sono rivolta all'ufficio dell'Ama interno alla villa e mi è stato risposto che non possono intervenire”.

Stessa storia anche a Villa Torlonia, peraltro fresca di restauro, che nonostante il divieto preesistente, ha gli stessi problemi come spiega l'impiegata comunale interna alla Villa: “Ogni tanto siamo costretti ad intervenire noi per far mettere il guinzaglio ai cani lasciati liberi”.

Situazione peggiore, se possibile, anche nei vari parchi di Roma dove il via vai di cani sciolti è all'ordine del giorno.
Un problema serio sicuramente da affrontare con attenzione cercando di porre i rimedi adeguati e soprattutto è necessario educare alcuni “padroni” distratti o troppo sicuri dei loro cani, che le regole vanno rispettate per garantire la sicurezza di tutti, bambini in primis.


(da "Leggo")

Francesco Conti