ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Martedi 20 Novembre 2018, ore 13:37

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Universita' , SkSoggetto:La Sapienza , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Lorenzo D'albergo
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 100 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Nella foto un'aula universitaria con alcuni studenti durante una lezione  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Università al verde

Mancano 1,5 miliardi di euro, saranno assunti meno ricercatori

Id Article:10743 date 20 Aprile 2007

Roma,
In un'Italia devastata da ogni tipo di problema economico e sociale non poteva certo mancare la crisi dell'università. Mancano 1,5 miliardi di euro all'appello, non proprio spiccioli. A denunciarlo è stata ieri la Crui (Conferenza dei rettori), raccoltasi in assemblea generale.

La situazione diventa ancora più grave se si pensa al recente passato. Alla fine dell'anno accademico 2005/06 le riduzioni di risorse si erano attestate intorno al miliardo di euro. Ora si parla di un aumento del 50%. Insomma, invece di migliorare si continua a peggiorare.
A fare le spese del “buco” saranno i ricercatori. I contratti dei docenti e del personale tecnico-amministrativo delle università italiane prevedono aumenti, ma, in soldoni (non sarebbe il caso di usare questa espressione),non ci sono i soldi per sostenere questi aumenti.
In realtà un modo c'è: tagliare le assunzioni di nuovi ricercatori. Secondo la conferenza dei rettori quest'anno ne saranno assunti solo 500. In decine di migliaia resteranno a bocca asciutta.

Non si è fatta attendere la reazione della destra universitaria. Così Giovanni Donzelli, presidente nazionale di Azione Universitaria, attraverso un comunicato stampa: “I rettori denunciano di non poter pagare gli stipendi a personale docente e non docente e di non poter procedere con nuove assunzioni e il ministro Mussi pensa solo alle beghe interne al congresso Ds. Ormai tutto il mondo accademico è contro il ministro. Pretendiamo da Mussi risposte immediate”.

Lorenzo D'albergo