ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Domenica 20 Maggio 2018, ore 14:09

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Sara Gullace
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 54 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Università Roma Tre  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Istruzione, si all’Anvur

L’università italiana avrà un sistema di valutazione regolamentato

Id Article:10748 date 22 Aprile 2007

Roma, Approvata l'Anvur. Il Consiglio dei Ministri riunito lo scorso 5 aprile, infatti, ha definito il piano che disciplina la struttura e il funzionamento dell'Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca: l'Anvur, appunto. Il nuovo soggetto, che avrà sede a Roma, è costituito da un direttivo di 7 persone (italiane e straniere): 2 membri scelti tra i candidati indicati da organismi europei di settore, gli altri 5 attraverso le rose proposte da un comitato di esperti italiani. Sostituisce i due già presenti organismi regolatori, che sono il Comitato di indirizzo per la valutazione della ricerca (Civr) e il Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario (Cnvsu). L'istituzione dell'Agenzia era stata prevista da una norma contenuta nel decreto di accompagnamento della Finanziaria per il 2007 (art.2, comma 138, decreto-legge 3 ottobre 2006, n. 262, poi convertito con modificazione, dalla legge 24 novembre 2006 n. 286). 

Compito della nuova struttura sarà promuovere la qualità delle Università e degli enti di ricerca anche attraverso attività di valutazione, raccolta e analisi di dati, consulenza, formazione e promozione culturale: lo scopo dichiarato è quello di ridare trasparenza ed efficienza al sistema universitario italiano. Le risorse economiche verranno affidate agli Atenei secondo un criterio di merito,per cui al primo posto vi è la soddisfazione di una serie di obiettivi di funzionalità che ogni Università deve prefissarsi. L'Anvur dovrà quindi valutare tutti gli Atenei del nostro Paese, occupando un ruolo fondamentale nel rinnovamento del panorama dell'istruzione universitaria. 

Fabio Mussi, ministro dell'Università e della ricerca, ha precisato le modalità di lavoro del neonato sistema: “L'Anvur - ha spiegato - terrà conto di metodi di valutazione riconosciuti a livello internazionale e avrà piena autonomia operativa. In particolare, la disposizione contenuta nell'articolo due del regolamento avrà un grande impatto sul futuro del Paese perchè d'ora in poi sarà l'agenzia a segnalare la quota non consolidabile del fondo di finanziamento per il funzionamento ordinario (l'Ffo) che sarà assegnata dallo Stato ad atenei ed enti di ricerca. Insomma – ha concluso - l'agenzia dovrà davvero valutare il dato assoluto di qualità e il delta di miglioramento per determinare l'assegnazione delle risorse. Che saranno variabili in base ai risultati".





Sara Gullace