ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Domenica 20 Maggio 2018, ore 14:13

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Sara Gullace
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 54 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Una vista spettacolare del Tevere
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Caldo e siccità, a Roma scatta l’emergenza

Il Campidoglio ha varato il piano anti incendio con un mese di anticipo. Tevere costantemente monitorato

Id Article:10756 date 24 Aprile 2007

Roma, L'emergenza caldo, quest'anno, è iniziata con almeno un mese di anticipo. Temperature nettamente al di sopra della media, previsioni meteo che parlano di una prossima estate torrida.
A farne le spese, anche le risorse idriche dello stivale: a Roma, il Tevere è monitorato costantemente dalla Protezione Civile. Ogni mezz'ora vengono rilevato i livelli del fiume capitolino: al momento sono più bassi dello standard stagionale. 

La situazione è ben spiegato da Paola Tagliara, responsabile dell'Ufficio rischio idrico: “L'acqua del Tevere è al di sotto della norma – spiega – per cui, sarà necessario effettuare un costante controllo preventivo. Ad ogni modo – sottolinea Tagliara – al momento è a rischio la navigabilità del fiume e non il suo apporto idrico e l'approvvigionamento potabile per Roma”. Per ora, quindi, la siccità sembra avere limitato i danni nell'area capitolina. Ma non è il caso di rilassarsi. Deve esserne ben consapevole il nostro Sindaco,che ha varato d'urgenza il piano anti incendio per la Capitale. Convocati gli assessori all'Ambiente e alle Politiche Sociali, Dario Esposito e Raffaella Milano, sono state prese le misure di prevenzione che partiranno da domani 25 aprile, con più di trenta giorni di anticipo rispetto al solito. Soprattutto, è stata posta molta attenzione alle fasce deboli della popolazione: le Oasi Anziani previste per luglio, saranno attive sin da giugno. “Si è pensato – afferma Veltroni – di predisporre un servizio domiciliare per fare la spesa, in modo che le persone non siano costrette ad uscire nei momenti più caldi della giornata”. 
L'ondata di caldo che ci avvolge in questi giorni non sembra possa attenuarsi troppo velocemente: il Campidoglio si dice pronto a predisporre servizi d'emergenza o soluzioni preventive al più presto.


Sara Gullace