ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 18 Ottobre 2018, ore 19:01

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Sara Gullace
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 54 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Alcune auto in sosta nella capitale  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Truffe al parcheggio

Denunciati dieci falsari di tagliandi a seguito di indagini Atac e Arma

Id Article:10757 date 24 Aprile 2007

Roma, Falsificano i ticket, denunciati. È capitato a dieci automobilisti romani, rei di avere falsificato ed esposto i tagliandi per il parcheggio nella capitale. A seguito di alcuni controlli effettuati da parte degli ausiliare del traffico, sono scattato le indagini dell'Atac e dei Carabinieri: al momento, il bilancio è di dieci contraffazioni, rilevate al Nomentano, Salario, Ostiense ed in zona Prati. 

I trasgressori, adesso, dovranno rispondere di falsificazione di titoli, danno erariale contro la pubblica amministrazione e illecito amministrativo.
L'operazione, giunta a buon fine, ha generato ampia soddisfazione tra i dirigenti dell'Agenzia per la mobilità pubblica e privata del Comune di Roma che tiene a sottolineare l'impegno preso nei confronti di questo genere di criminalità: “Esporre ed utilizzare ticket per la sosta contraffatti o irregolari - sostiene - espone il titolare dell'auto a reati penali e amministrativi che possono condurre anche a pesanti condanne e forti sanzioni. La collaborazione strettissima tra Atac e Nucleo Operativo dei Carabinieri è organica, Un'inuadratura della zona ostiense  
(Premi per la FOTO Ingrandita) continua e costante e attiva in tutto il territorio cittadino”.
Scattato l'allarme, proseguono le indagini.



Sara Gullace