ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Venerdi 21 Settembre 2018, ore 14:51

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Francesco Conti
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 41 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Il Colosseo illuminato  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Il Colosseo si illumina per ricordare le morti bianche

Il Colosseo accende le sue luci per ricordare il dramma delle morti avvenute sul luogo di lavoro. Sarà così il primo maggio di ogni anno

Id Article:10774 date 2 Maggio 2007

Roma, Da oggi, ogni primo di maggio, il Colosseo sarà illuminato per commemorare i morti sul lavoro. Lo ha annunciato il sindaco di Roma, Walter Veltroni, in una lettera inviata ieri (30 aprile ndr) ai segretari di Cgil, Cisl e Uil ispirata proprio alla ricorrenza di questo Primo Maggio, Festa dei Lavoratori.
Un segnale importante, per non dimenticare quello che c'è dietro questa data, che non va ridotta soltanto al concertone di Piazza San Giovanni, che pure ha un grande valore e per il quale si riuniscono migliaia di giovani da tutta Italia. Il primo maggio è soprattutto, anzi, è essenzialmente la commemorazione di centinaia di migliaia di persone che col loro lavoro e i loro sacrifici fanno andare avanti il nostro Paese.

Ed è proprio questo l'elemento che Veltroni ha voluto mettere in risalto, giustamente, nella sua lettera ai sindacati: "Il primo maggio – scrive il sindaco della Capitale - è la festa del lavoro e dei lavoratori. È una data simbolo di un lungo cammino di emancipazione,di lotte sindacali, di diritti conquistati. Ma, sono d'accordo con voi, proprio in un giorno così non va dimenticato che c'è un diritto ancora oggi non garantito per chi lavora: il diritto, fondamentale, alla sicurezza della propria vita".

Veltroni ha poi annunciato e spiegato il gesto simbolico,ma comunque importante, di accendere le luci del Colosseo per ricordare le persone morte sul luogo di lavoro, un dramma che ha ormai, purtroppo, raggiunto dimensioni spaventose: “È per questo che voglio annunciare - conclude la lettera - che il Colosseo, che già accende le sue luci ogni qual volta una condanna a morte, nel mondo, viene annullata, da quest'anno si illuminerà in occasione di ogni primo maggio per ricordare a tutti le vittime degli incidenti sul lavoro. In questo modo – spiega Veltroni - il monumento simbolo universale di Roma sarà testimone dell'impegno per il diritto ad un lavoro sicuro e dignitoso, il diritto ad un'esistenza libera e piena, il diritto ad una vita degna di questo nome".

E l'incidente di Sorrento, dove proprio oggi due donne, una signora di 86 anni e una di 50, sono morte a causa di un incidente su un posto di lavoro, fanno capire come questo messaggio sia, purtroppo, sempre attuale.
La speranza è che quanto meno questo segnale serva per non far cadere tutto nel dimenticatoio, come troppo spesso accade, ma è ovvio che è solo un primo piccolissimo passo. Si può e si deve fare di più.

Francesco Conti