ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Venerdi 21 Settembre 2018, ore 20:43

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Provincia di Roma , SkSoggetto:Regione Lazio , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Massimo Pelliccia
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 20 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Un incendio boschivo  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Il problema degli incendi boschivi

La Regione Lazio ha approvato il programma di previsione, prevenzione e lotta attiva

Id Article:10848 date 28 Maggio 2007

Sarà attuato dal 15 giugno al 30 settembre il "Programma di previsione, prevenzione e lotta attiva agli incendi boschivi", approvato dalla Giunta regionale del Lazio per il 2007. Nello stesso periodo, tutto il territorio della regione sarà considerato "area a rischio di incendio boschivo".

La superficie forestale del Lazio è di 466.200 ettari, di cui 181.009 di aree protette, con un indice di boscosità di circa il 27% dell'intera superficie territoriale, pari a 1.720.743 ettari.

Si ripropone purtroppo anche quest'anno, il problema di affrontare i rischi e le possibilità di sviluppo di incendi a danno del patrimonio forestale del nostro territorio. Un fenomeno aumentato progressivamente a partire dagli anni 70, raggiungendo frequenza ed intensità preoccupanti.

Pur tenendo in considerazione l'andamento climatico ed i profondi cambiamenti che i rapporti tra uomo ed ambiente hanno subito nel tempo,  risulta però fin troppo evidente, sulla base dei dati forniti dall'Istituto Nazionale di Statistica, come la maggior parte degli incendi siano di origine dolosa, dovuti a disattenzione, speculazione edilizia e misure di sicurezza insufficienti.

Il coordinamento e lo svolgimento di tutte le attività e di tutti gli interventi sul territorio previsti dalla Legge Quadro n. 353 del 2000, sarà assicurato dalla sala operativa regionale permanente, che si avvarrà della collaborazione del corpo forestale dello Stato, del corpo nazionale dei vigili del fuoco, degli enti locali e del volontariato regionale di protezione civile.

Massimo Pelliccia