ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Domenica 18 Novembre 2018, ore 18:22

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XI , SkSoggetto:Municipio XI , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Sara Gullace
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 54 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




la garbatella oggi  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Catarci: “Ciak, non si gira”

Garbatella: traffico in tilt, il Municipio chiede la sospensione dei “set”

Id Article:10866 date 5 Giugno 2007

Roma, Il Presidente municipale di Roma XI dice stop alle riprese cimetografiche “selvagge”. Rallentamenti e ingorghi del traffico dovuti all'allestimento di set momentanei, in effetti, non sono rari nella capitale. Catarci, a capo dell'undicesimo municipio, ha tenuto a sottolineare il disagio provocato per la circolazione di un quartiere come Garbatella, già sotto assedio per lavori di tutt'altra natura. Il presidente si riferisce alle opere legate al Contratto di Quartiere, alla necessità di alcuni interventi immediati dell'Italgas, nonchè ad operazioni previste dal Piano Particolareggiato del Traffico che in questo periodo rallentano notevolmente la viabilità dei locali. Preso atto dello scontento suscitato tra i residenti, Catarci ha chiesto all'Assessorato alle Politiche culturali del Comune di Roma ed al competente Dipartimento IV di sospendere le autorizzazioni ai numerosi set: “Il quartiere è già in grande sofferenza – sottolinea Catarci - per cui,dopo aver notato che diverse strade, come Via Passino, Via Odero, Piazza Sauli, Via Comboni, erano occupate per lunghi tratti dagli automezzi pesanti delle società di produzione cinematografica, abbiamo immediatamente chiesto la sospensione delle autorizzazioni per le riprese, almeno sino alla chiusura dei cantieri”. La critica all'operato dell'amministrazione è stata serrata: “E' inammissibile che non si consideri la concreta situazione che si vive nei quartieri quando si concedono le autorizzazioni – continua il Presidente Catarci – e che, pur di far cassa con le società di produzione cinematografica, si paralizzino intere zone”. Una situazione, viene precisato, che non presenta alcun vantaggio per il quartiere nè in termini economici nè di rientro di risorse utilizzabili: “Alla cittadinanza, i disagi – conclude Catarci - al Municipio le rimostranze, all'Amministrazione centrale, le entrate economiche”.



Sara Gullace