ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 10:21

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Ambiente ,
,
a cura di Ilaria Catalano
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 90 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
nella foto i cassonetti dell'immondizia, destinati a scomparire molto presto  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Eliminati i cassonetti

La Capitale rinnova il proprio modo di raccogliere i rifiuti

Id Article:10888 date 13 Giugno 2007

Roma, Presto dalle strade spariranno gli antiestetici cassonetti dell'immondizia e al loro posto prenderà il via la raccolta porta a porta. Al momento il progetto è partito solo nel V Municipio a Colle Aniene, dove dal 4 maggio ci si è impegnati in questa rivoluzionario metodo di raccolta porta a porta dei rifiuti, ma a partire dal 30 maggio la novità coinvolgerà anche l'XI Municipio nella zona di Decima. Anche qui verranno eliminati i cassonetti e l'immondizia verrà ritirata a casa e distinta per generi. 

Un nuovo metodo nella gestione dei rifiuti urbani si sta quindi diffondendo nella Capitale per evitare sprechi ed eliminare dalle vie i sempre pieni e maleodoranti secchioni dei rifiuti. 

A Colli Aniene il progetto pilota ha riscontrato un grande successo riuscendo a riciclare il 63% degli scarti ed invitando le altre circoscrizioni a seguirne l'esempio. Così dopo la zona di Decima anche il quartiere Fontemeravigliosa farà lo stesso,anche se al momento il progetto è ancora di via di definizione. 

Oltre alla raccolta differenziata i Municipi V, XI, XII, XV e XVI si stanno impegnando per creare al loro interno delle isole ecologiche dove i residenti avranno la possibilità di gettare i rifiuti più ingombranti e pericolosi come gli elettrodomestici, i calcinacci, le pile, gli apparecchi elettrici e altro ancora. Il tutto verrà poi riciclato o smaltito. 

Come ha affermato l'Assessore all'Ambiente Dario Esposito “per ora le isole sono solo sei, ma puntiamo ad aumentarle. Assieme alla raccolta porta a porta, questa è la via giusta per rendere più pulita la città”. 

Staremo a vedere se con il tempo questo nuovo metodo di smaltire i rifiuti darà i risultati paventati così che a guadagnarne non sarà solo la bellezza delle strade ma anche il cittadino stesso.


Ilaria Catalano