ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 24 Maggio 2018, ore 00:33

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,

a cura di I. G.

I saldi  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Saldi, a Roma si parte il 14

Tra pochi giorni al via la svendita estiva: slalom tra i “soliti furbi” che inziano prima e le vere, ghiotte, occasioni

Id Article:10933 date 2 Luglio 2007

Roma, Ci siamo quasi, il conto alla rovescia è partito: i patiti delle shopping che in questi giorni stanno faticosamente trattenendo la carta di credito nei loro portafogli, dal 14 luglio potranno sbizzarrirsi. Finalmente iniziano i saldi!

Senza dubbio un grande affare per tutti, commercianti e acquirenti: basti guardare alle stime di Confcommercio, che calcola che quest'anno ogni famiglia spenderà, in media, poco più di 260 euro, per un valore complessivo che si attesterà in oltre 3 miliardi di euro. A cercare le occasioni di mezza estate saranno 12,6 milioni di famiglie, il 55% del totale, secondo le previsioni di Federconsumatori e Adusbef.

Roma come al solito parte abbastanza tardi, considerando che a Torino gli sconti sono iniziati ieri, ma attenzione ai disonesti: nella Capitale non sarà difficile imbattersi in commercianti che, sentendosi nell'animo un po' torinesi, applicano saldi mascherati già dai primi giorni del mese. Spesso il cliente è attratto dai prezzi bassissimi delle vetrine e non appena dentro, la commessa dirà che sono iniziati i pre-saldi, gli sconti, i ribassi, i saldi fedeltà e chi più ne ha più ne metta. Sono Comunque saldi illegali, che non mettono il consumatore al riparo da eventuali “disonestà”. Spesso inoltre molti commercianti rialzano in eccesso il prezzo originale del prodotto, per evidenziare sconti anche del 50-70%. Un fenomeno,questo, che vìola la legge e costituisce un tentativo di raggirare il consumatore illudendolo di fare un grande affare. I saldi sono un'ottima occasione per spendere poco, ma bisogna sempre acquistare con criterio.

Per questo l'Adiconsum ha stilato un vademecum, una sorta di guida all'acquisto basato su poche, semplici, regole.
Per esempio fare attenzione che sull'oggetto in saldo sia sempre riportato il prezzo d'origine non scontato, la percentuale di sconto applicata e il prezzo finale. Inoltre è meglio diffidare di quei negozi che espongono cartelli con sconti esagerati e fare riferimento a negozi già conosciuti per acquistare la merce in saldo: sconti superiori al 30-40 per cento nascondono spesso merce non proprio nuova.
Diffidare inoltre dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati e non provati, anche se è a discrezione del commerciante consentire o meno di fare provare la merce. E' bene comunque essere sicuri prima di acquistare anche perché, in periodo di saldi, si può cambiare solo ed esclusivamente la merce difettosa che deve essere riconsegnata al commerciante entro 2 mesi dalla scoperta del difetto (non si può quindi sostituire la merce se avete cambiato idea sul colore o sul modello).

L'importante è fare attenzione e non lasciarsi spaventare da eventuali “bufale”: con un po' di accortezza e occhio clinico gli affari si fanno eccome.


I. G.