ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 10:22

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XI , SkSoggetto:Municipio XI , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Sara Gullace
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 54 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Un'inquadratura dello snodo ferroviario romano  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Al via l'intesa Atac - Consumatori

La stazione Ostiense monitorata da un gruppo di lavoro

Id Article:10942 date 4 Luglio 2007

Roma, Più comunicazione e più efficienza. E' questo lo scopo dichiarato del Protocollo d'Intesa tra Atac Spa e le Associazioni dei Consumatori, Federconsumatori, Comitato Cittadini e Servizi, Dimensione Trasporti e Lega Ambiente. In questa intesa, rientra anche il quartiere Ostiense: sarà uno dei primi quattro snodi capitolini ad essere monitorato insieme a Tiburtina, Termini e Trastevere. 
L'intesa tra le parti è stata raggiunta in seguito a quello che entrambe hanno definito un “processo partecipativo”, che mira a raccogliere informazioni da parte dell'utenza al fine di migliorare servizi e fruizioni. Questo, tradotto in termini concreti, significa prevenire eventuali disagi, ottimizzare i tempi di fruizione del servizio e quindi incentivare sempre più l'uso del trasporto pubblico. Il processo di miglioramento verrà svolto in due momenti: in primo luogo, Un treno in procinto di partire  
(Premi per la FOTO Ingrandita) si effettuerà un'analisi dell'attuale offerta di informazione nei nodi di scambio. Un apposito gruppo di lavoro Atac - Consumatori individuerà eventuali criticità e proporrà modifiche e/o integrazioni che, poi, verranno messe in pratica.
Il gruppo di lavoro avanzerà le proposte operative in 60 giorni. In secondo luogo, valutando i risultati raggiunti, si verificherà la possibilità di estendere questo metodo di lavoro anche agli altri nodi di scambio della città e ai più importanti capolinea del trasporto pubblico di superficie.



Sara Gullace