ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 10:19

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Provincia di Roma , SkSoggetto:Regione Lazio , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Sara Molle
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 13 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




La sede del convegno "Roma incontra le categorie"  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Nasce Osservatorio Lazio

Il gruppo di An propone un rilancio economico di Roma e del Lazio

Id Article:10958 date 10 Luglio 2007

Nel corso del convegno “Roma incontra le categorie” tenutosi ieri a Palazzo Marini, il consigliere regionale di An, Luigi Celori, si è lamentato dei disservizi e dei problemi della Capitale.

«L'omogeneità di governo tra Comune, Provincia e Regione sta uccidendo la Capitale. Servizi pochi, infrastrutture neanche a parlarne, per di più in una Roma sempre più sporca e concittadini sempre più tassati».

Ha poi continuato Celori: «Veltroni senza Storace o Moffa che gli toglievano le castagne dal fuoco è ostaggio della Sinistra radicale che di fatto paralizza l'azione politica, consegnando la città ai centri sociali, ai clandestini e agli zingari».

Per cercare di risolvere questi problemi, il consigliere regionale sottolinea l'impegno del suo gruppo politico,sottolineando come Alleanza Nazionale si sia impegnata a favore della Capitale creando una nuova associazione “Osservatorio Lazio” in grado di creare uno stretto rapporto tra le diverse categorie per rilanciare in futuro l'economia non solo della Capitale ma di tutta la regione Lazio.

Sempre nelle parole di Celori, infatti, si legge: «Alleanza nazionale dal canto suo continua l'azione politica come dimostra la nascita odierna dell'associazione “Osservatorio Lazio”, per un rapporto sempre più stretto con le categorie e le professioni, al fine di rilanciare lo sviluppo economico della Capitale e di tutto il Lazio».


Sara Molle