ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Domenica 20 Maggio 2018, ore 14:05

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XI , SkSoggetto:Municipio XI , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Sara Gullace
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 54 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Uno scorcio di porta san paolo  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Profanata lapide Resistenza

Oltraggio alla memoria dei caduti, dura reazione di Regione e Campidoglio

Id Article:10974 date 14 Luglio 2007

Roma, Ancora un atto vandalico a Roma. Nella notte tra giovedì e venerdi è stata profanata la lapide di porta San Paolo, commemorativa dei martiri della Resistenza, Caduti il 10 settembre 1943. Bruciata la corona: i responsabili non sono ancora stati individuate. Arriva in un momento particolarmente “caldo”, che ha riempito le pagine di cronaca a causa dei perpetrati casi di violenza avvenuti nella capitale. 

Pronta e dura la reazione di Walter Veltroni: “Un atto vandalico in uno dei luoghi simbolici della resistenza romana che ferisce la memoria collettiva della città. Uno sfregio insensato - ha continuato il Sindaco - che offende quanti hanno sacrificato la vita, militari e civili, nella lotta contro il fascismo. Nel luogo di uno degli episodi più drammatici ed eroici della nostra storia - ha concluso - è stata inferta una ferita. Un gesto ottuso, provocato dall'ignoranza, che non deve e non può essere sottovalutato”. Allo sdegno del Capidoglio, si è aggiunto quello della giunta regionale, con Marrazzo sulla stessa lunghezza d'onda: “L'estrema destra romana si sta rendendo protagonista di un'escalation di violenza che va osservata con grande attenzione e condannata con la massima fermezza. Mi piacerebbe guardare in faccia i protagonisti di questi atti ingiustificabili – ha spiegato il Presidente della Regione - per capire cosa li spinge all'odio e infangare la memoria di ragazzi come loro, La lapide profanata  
(Premi per la FOTO Ingrandita) che hanno combattuto e perso la vita per la nostra libertà. Occorre fare appello a tutta la tolleranza che hanno dimostrato in questi anni i romani: sono convinto che questa città non si farà trasportare in un'assurda lotta completamente fuori dal tempo”. 
Il prossimo lunedì, i segretari cittadini Fabio Nobile (Pdci), Massimiliano Smeriglio (Prc-Se), Riccardo Mastrorillo (Verdi), Massimo Cervellini (coordinatore Sd) e i capigruppo capitolini Adriana Spera (Prc-Se), Nando Bonessio (Verdi) e Roberto Giulioli (Sd), a nome della sinistra romana, si riuniranno sul luogo alle 19.30 per deporre una corona sotto la lapide danneggiata.



Sara Gullace