ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Domenica 18 Novembre 2018, ore 18:23

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XII , SkSoggetto:Municipio XII , Tipo Articolo:Articoli Vari ,

a cura di I. G.

laghetto all'eur     
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Il laghetto perde acqua

Trovata una falla nel laghetto dell’Eur, mobilitazione di ingegneri e operatori di Eur Spa. Trasferite un migliaio di carpe

Id Article:10999 date 29 Luglio 2007

Roma, Da metà settimana il laghetto dell'Eur perdeva acqua: sembrava una perdita di poco conto, ma non si capiva bene dove fosse il problema; giovedì e venerdì la situazione è progressivamente peggiorata fino a che i ragazzi della scuola di vela si sono davvero preoccupati: il livello dell'acqua scendeva a vista d'occhio e subito tecnici e ingegneri di Eur Spa sono accorsi sul posto per capire dove fosse la falla. Pareti e perimetro erano a posto, non rimaneva che il fondale. Tutta la notte, con l'ausilio dei vigili del Fuoco, si è cercato di riparare la falla, immettendo nel contempo l'acqua fuoriuscita per non alterare il delicato equilibrio naturale. Eur spa ha stimato una perdita di circa 40.000 metri cubi d'acqua, a occhio nudo quantificabile con un metro in circa meno. Non poco se si considera che il laghetto raggiunge una profondità di al massimo tre metri, in cui vivono moltissimi pesci e altri animali.

“Siamo riusciti a gestire al meglio una situazione di crisi, che poteva essere molto difficile da superare - ha spiegato l´amministratore delegato di Eur Spa, Mauro Miccio - Per adesso abbiamo effettuato la tamponatura e da lunedì si passa alla seconda fase: la manutenzione straordinaria. Non ci sarà nessun problema per gli animali e per chi utilizza il lago. Entro la settimana prossima tutto tornerà alla normalità. Poi,da settembre, cominceranno i lavori di avviamento per l´acquario e sono previsti anche interventi per il consolidamento della base del lago”.

Quando la falla – scovata nell'area del ponte Hashi -  sarà stata delimitata con tonnellate di sacchi di sabbia, si potrà passare alla seconda fase: una gru calerà in acqua delle paratie d´acciaio saldate insieme che andranno a sostituire la provvisoria recinzione di sabbia, creando una zona a tenuta stagna. Si procederà quindi con idrovore e motopompe per togliere il liquido e quel punto si potrà intervenire sul fondale che, per prima cosa, verrà completamente ripulito dai detriti accumulati in tutti questi anni, poi si cercherà con attenzione il punto “incriminato”.

In tutto questo trambusto le più colpite sono state certamente le centinaia di carpe che popolano i fondali e che, tutto a un tratto, hanno visto il loro ecosistema prosciugarsi. Per loro sono state approntate delle vasche, arricchite con ossigeno, una specie di rifugio di fortuna in attesa di tornare a casa. Anche la Lipu è stata allertata, nel caso ci fossero problemi per le papere.

I. G.