ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Martedi 13 Novembre 2018, ore 09:01

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Dal Campidoglio , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Flora Battisti

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 15 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




caro scuola a roma  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Caro scuola? Ecco la soluzione

Nuova iniziativa dalla Regione e dal Campidoglio, i libri invece di acquistarli si possono prendere in prestito direttamente a scuola.

Id Article:11032 date 10 Settembre 2007

Roma, Continua la lotta contro il caro scuola, promossa dalla Regione Lazio insieme al Comune di Roma, che dopo l'iniziativa peraltro già partita, della vendita di kit scolastici a soli 19,90 euro, libri gratuiti per le elementari, buoni libro e borse di studio per le famiglie meno abbienti propone un nuovo sistema che consiste in libri in”comodato d'uso” ossia testi che invece di essere acquistati vengono presi in prestito direttamente dalle scuole.

Il comodato d'uso funziona in questo modo: le scuole aderenti all'iniziativa, invece di distribuire i buoni libro alle famiglie che ne hanno diritto, lo utilizzeranno con il loro consenso, naturalmente, per l'acquisto dei libri adottati dal collegio docenti.

Le famiglie sottoscriveranno un contratto di comodato in cui s'impegnano a restituire i libri in buone condizioni alla fine dell'anno o del ciclo di studi. I docenti da parte loro s'impegnano a non cambiare i testi.

La sperimentazione del “comodato in uso” dei libri parte nelle tre scuole medie di Roma: “Pio la Torre”( XIX Municipio), “Giovanni Paolo II”(XIII), “Paolo Sarro”(XII) e nell'istituto comprensivo”GianniRodari” di Manziana.

I vantaggi che si potrebbero ricavare da questa idea sono un notevole risparmio per le famiglie e una duplice responsabilizzazione sia dei docenti( stop al cambio dei testi ogni anno) e dei ragazzi ( obbligo di mantenere i libri in buono stato).

Un accordo tra la Regione Lazio e il Comune di Roma prevede, inoltre, un'estensione di questo sistema innovativo con la speranza che attraverso il rispetto per tale iniziativa, si arrivi al raggiungimento degli scopi prefissati e ad un miglioramento generale.






Flora Battisti