Comandi

Immagine logo sito
Issue115 del 21/10/2018 Year: 2019 ID: 2 Mercoledi 21 Agosto 2019, ore 23:05

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Cronaca ,
,
a cura di Redazione

, ,



Articoli: 97 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Furia ultras nella Capitale

Prese d'assalto la caserma della polizia e la sede del Coni

Id Article:11047 date 11 Novembre 2007

Roma, L'11 novembre del 2007 si ricorda nel mondo del calcio per la sommossa avviata dai tifosi romanisti e laziali in seguito all'uccisione di Gabriele Sandri, romanista di 28 anni, sparato da un agente della Polstrada in un autogrill vicino ad Arezzo. In centinaia assaltarono la caserma della polizia in via Guido Reni a Roma, in zona Flaminio, il commissariato di Porta del Popolo, e si avventarono contro i poliziotti barricati nello stadio Olimpico e nella sede del Coni. Le partite Roma-Cagliari e le altre due previste furono per forza di cose rinviate. La furia dei tifosi si riversò In via Guido Reni contro i poliziotti che si difesero in tenuta antisommossa. Furono incendiati bus e cassonetti o divelti, insieme a fioriere e ciclomotori davanti alla caserma e sul lungotevere Flaminio, lanciate pietre contro di essa. Furono infine arrestati due ultras che, coperti da bandane e armati di bastoni,si erano avventati contro i poliziotti. Non diversa fu la situazione presso il Commissariato in via Fuga a Porta del Popolo. Ancora azioni di guerriglia e distruzione si ebbero presso lo stadio Olimpico e la sede del Coni dove si tentò uno scontro organizzato che, seppur non del tutto riuscito, oltre alla devastazione degli uffici del Coni, causò vari ferimenti e l'aggressione di un fotografo dell'Ansa e di un cameraman. A Ponte Milvio fu poi presa a sassate la caserma dei carabinieri e incendiata una loro auto. La giornata si concluse verso le 22, quando finalmente una decina di camionette di polizia e carabinieri misero in fuga il gruppo di ultras: oltre ai segni sparsi di devastazione si contarono tre arresti (i due del commissariato più uno a Ponte Milvio) e decine di feriti tra carabinieri e poliziotti.

Redazione